EX ZUCCHERIFICIO – Lettera aperta dei lavoratori al ministro Luigi Di Maio

Zuccherificio del Molise
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

TERMOLI – Il Comitato degli ex lavoratori dello Zuccherificio del Molise ha scritto una lettera aperta al ministro dello sviluppo economico, del lavoro e delle politiche sociali Luigi Di Maio.

“Spettabile ministro del lavoro On. Di Maio Luigi, con la presente intendiamo informarla della grave situazione in cui versano le maestranze dell’ex Zuccherificio del Molise. Dopo la riforma OCM Zucchero, che a livello europeo ha notevolmente ridotto le quote di produzione zucchero nazionali, il settore saccarifero italiano ha subito una drastica riduzione, con la chiusura quasi totale degli stabilimenti.

Lo zuccherificio di Termoli, che negli ultimi anni era di proprietà esclusivamente regionale, dopo varie vicende ha definitivamente chiuso i battenti nel dicembre del 2016. Da allora, le forze politiche che governavano la regione, hanno messo in campo varie iniziative che dovevano dare una alternativa lavorativa a tutte le maestranze. Dopo diciotto mesi ci ritroviamo con gli ammortizzatori sociali concessi, mobilità, già scaduti per un primo scaglione di lavoratori, che praticamente si ritrovano senza nessuna forma di sostentamento; per gli altri l’agonia avrà una durata leggermente superiore, fino a dicembre prossimo.

Tutte le iniziative prese dalla classe politica locale, del vecchio governo ma anche del nuovo da poco insediatosi, non hanno prodotto nulla di concreto; le promesse sono state tante, ma si sono rivelate solo fumo negli occhi. Il danno economico che ha colpito il territorio, coinvolgendo anche l’indotto, è stato enorme, tenendo presente che nella nostra realtà le attività produttive sono limitate, le possibilità di ricollocarsi sono alquanto scarse data anche l’età delle persone coinvolte; i soggetti che hanno perso il lavoro e la dignità ad esso legata, sono stati illusi dalle politiche regionali che dovevano risolvere il problema.

Le facciamo di nuovo presente che lo zuccherificio del Molise, era una partecipata al 100% della regione e con una delibera del 18 ottobre 2016, votata da tutti i consiglieri, la giunta regionale prendeva l’impegno a ricollocare le ex maestranze. Sentendoci abbandonati e presi in giro, ci rivolgiamo a lei ministro del lavoro, affinché possa trovare una rapida ed efficace soluzione per la nostra vertenza.

Fiduciosi del suo impegno le porgiamo distinti saluti, Comitato ex lavoratori dello Zuccherificio del Molise”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: