CAPRIATI A VOLTURNO – Lavori alla scuola di via San Rocco, il Tar accoglie il ricorso dell’ingegnere Minchella

Blackberries Venafro
franchitti interiors
5x1000 Neuromed
Panificio Di Mambro Venafro

SCUOLA – Il Tar di Napoli ha accolto il ricorso presentato dall’ingegnere Minchella iniseme ad altri professionisti contro il Comune di Capriati a Volturno per la revoca di una gara di oltre 3 milioni di euro.

Come si legge sulla sentenza, il ricorso è stato presentato da Pietro Minchella, Domenicantonio Milone e Marisabella Viccione, contro il Comune di Capriati a Volturno nella persona del sindaco Giovanni Prato “per l’annullamento 1) delle delibere GG.CC. nn. 7 del 19.1.2018 e 8 del 23.1.2018, recanti revoca de:

a) delibera G.C. n. 63 del 11.9.2017, concernente l’avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali per la realizzazione di interventi di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico fondo europeo di sviluppo regionale (fesr) –atto di indirizzo;

2) della determina dir.le n. 17 del 29.1.2018, recante revoca de:

b) determina n. 104 reg. serv. e n. 177 reg. gen. del 03/10/2017, avente ad oggetto l’indizione della gara d’appalto per l’affidamento dei servizi di ingegneria inerenti alla procedura aperta relativa all’affidamento dei servizi di ingegneria inerenti alla progettazione definitiva/esecutiva ed al coordinamento della sicurezza in fase di progettazione per l’intervento di “messa in sicurezza, accessibilità ed efficientamento dell’edificio sede della scuola elementare e media statale sita in via San Rocco (CIG 72138712AC), da aggiudicare mediante procedura aperta (art. 60 del D.Lgs. n. 50/2016) con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (art. 95, co. 2, D.Lgs. n.50/2016);

c) tutti gli atti di gara afferenti la selezione dei concorrenti, ivi compresa la proposta di aggiudicazione disposta in data 8.1.2018 in favore dei ricorrenti ex art. 32, co.5, D.Lgs. n.50/2016; in una ad ogni altro atto preordinato, collegato, connesso e conseguente, comunque

nonché per l’annullamento e/o la declaratoria di nullità del bando e disciplinare di gara ed, in particolare, della clausola riportata al punto 10.3 se ed in quanto lesiva, ovvero, interpretabile in danno dei ricorrenti e successiva declaratoria di aggiudicazione definitiva dell’appalto in questione nei confronti del deducente costituendo Raggruppamento di professionisti quale ristoro in forma specifica

nonché per la declaratoria di condanna

-al risarcimento per equivalente monetario dei maggiori danni subiti e subendi;

-al risarcimento dei danni precontrattuali;

-in via subordinata, alla corresponsione dell’indennizzo ex art. 21-quinques, L.n. 241/90”.

IL FATTO. Con delibera n.63 dell’11 settembre 2017, la Giunta Comunale di Capriati manifestava la volontà di partecipare all’avviso pubblico del Miur per la riqualificazione degli edifici scolastici, distinti in due tipologie denominate A e B. Il Comune ha deciso quindi di partecipare per dare strutture sicure ai ragazzi, incaricano il responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale di attivare le procedure necessarie alla presentazione di proposte progettuali per la realizzazione degli interventi agli edifici della scuola elementare e media statale di via San Rocco e della scuola materna di via Condotto, per un valore non superiore ai 3 milioni e 200 mila euro. All’esito delle operazioni della gara relativa alla scuola elementare e media, conclusesi in data 8 gennaio 2018, veniva formulata proposta di aggiudicazione in favore del costituendo R.T.P. tra l’ingegnere Pietro Minchella, in qualità di capogruppo, geometra Domenicantonio Milone e architetto Marisabella Viccione, mentre ultimo classificato risultava essere il concorrente architetto Pizzi.

“Il 12 gennaio 2018 il Sindaco chiedeva la trasmissione integrale della documentazione delle gare relative alla scuola elementare e media e scuola materna e dell’infanzia; l’istanza veniva riscontrata dal Dirigente dell’U.T.C. con nota di accompagnamento n. 232/18, con cui si trasmetteva la documentazione della gara per i servizi di ingegneria dell’edificio della scuola elementare e media statale di via San Rocco e di quella per i servizi di ingegneria relativi agli interventi sull’edificio della scuola materna sita in via Condotto. Infine, con deliberazione n. 7 del 19 gennaio 2018, in parte rettificata con successiva delibera n. 8 del 23 gennaio 2018, la Giunta comunale disponeva la revoca della deliberazione n. 63 dell’11 settembre 2017, invitando il dirigente a revocare gli atti delle due procedure di gara.

Ma il più manifesto aspetto di contraddittorietà ed illogicità dell’azione pubblica era consistito nella mancata revoca anche di un’altra procedura negoziata, aggiudicata all’architetto Pizzi con determinazione n. 23 del 5 febbraio 2018 e relativa al I stralcio del servizio di redazione del progetto definitivo ed esecutivo, nonché del coordinamento della sicurezza di lavori di messa in sicurezza relativi al medesimo edificio scolastico; unica differenza consisterebbe nell’importo a base di gara, pari a €48.000 per la procedura negoziata, tra l’altro da finanziarsi con fondi regionali mediante l’accensione di un mutuo da parte dell’ente comunale, e pari a € 207.537,87 per la procedura aperta oggetto di revoca.

P.Q.M. Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Prima), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, accoglie il ricorso impugnatorio ed annulla le deliberazioni della Giunta comunale di Capriati al Volturno n. 7 del 19 gennaio 2018 e n. 8 del 23 gennaio 2018, nonchè la determinazione dirigenziale n. 17 del 29 gennaio 2018; respinge la domanda di indennizzo e quella risarcitoria.

Spese compensate, ad eccezione del contributo unificato che va posto a carico dell’amministrazione comunale di Capriati al Volturno.

Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall’autorità amministrativa.

Così deciso in Napoli nella camera di consiglio del giorno 18 luglio 2018 con l’intervento dei magistrati:

Salvatore Veneziano, Presidente

Paolo Corciulo, Consigliere, Estensore

Gianluca Di Vita, Consigliere

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

PUBBLICITA’ »

Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »

error: Content is protected !!