TERREMOTO – Borrelli giovedì nell’area del sisma per valutare i danni e la richiesta di emergenza

TERREMOTO - Borrelli giovedì nell'area del sisma per valutare i danni e la richiesta di emergenza
franchitti interiors
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Black&berries Venafro
5x1000 Neuromed

CAMPOBASSO – Terremoto del Molise, notizie del giorno. Il capo della Protezione civile  Angelo Borrelli tiene sulla corda il popolo del Molise e soprattutto quelli della zona dell’epicentro del sisma.

Annuncio choc di quelli che alimentano la paura e l’ansia da sisma quella di oggi in Prefettura:  “Nei prossimi giorni la Commissione grandi rischi non esclude scosse più forti o meglio di elevata intensità”.

Lo stesso Borrelli  conferma che giovedì sarà in visita nelle zone dell’epicentro e quindi soprattutto a Montecilfone e Guglionesi per ren dersi conto dei danni e delle problematiche nate sino a oggi. Una volta quantificati i danni la Regione chiederà il riconoscimento dello stato di emergenza che verrà inviato dalla Protezione civile al Consiglio dei ministri per il suo effettivo  e concreto riconoscimento

Intanto si valutano le problematiche statiche delle scuole dei centri più grossi del Basso Molise dove fra una ventina di giorni inizierà l’anno scolastico. Anche per queste strutture sono in atto le valutazioni di agibilità e non è escluso lo stanziamento immediato di fondi di prima emergenza per le scuole e per quei danni che possono essere riparati in tempi brevi senza ritardi per l’inizio delle lezioni

Un problema abbastanza serio si trova a Guglionesi per quel palazzo di 5 piani disabitato già dichiarato inagibile qualche anno fa dal sindaco Antonacci che a quanto pare essersi inclinato in avanti di circa 20 centimetri minacciando una schiera  di villette attigue antisismiche che sono state evacuate in attesa di una decisione su cosa fare e quindi come demolire lo stabile pericolante.

Oggi pomeriggio, tra l’altro, il Governatore Toma sarà a Guglionesi per confrontarsi con i cittadini del posto e appurare i disagi più diretti che interessano in questa fase i cittadini e per constatare come risolvere alcune problematiche legate agli alloggi per gli sfollati e per quei cittadini che non sentendosi sicuri anche per le continue scosse di terremtoto che comunque spaventano ogni giorno, non sanno come affrontare il futuro e perciò le prossime settimane.

A Montecilfone preoccupa il serbatoio dell’acqua dichiarato pericolante e perciò svuotato causa in sostanza dell’abbandono di 12 abitazioni che si trovano intorno al manufatto.

Problema Protezione civile regionale. L’assessore competente Nicola Cavaliere annuncia il riposizionamento del servizio e quindi del personale prefigurando un “rafforzamento e costruzione di una Pc efficace ed efficiente”.

Nel frattempo i 70 precari tirati fuori dalla precedente amministrazione regionale insistono per essere reintegrati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

franchitti interiors
Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »