TERREMOTO – Stato di emergenza, il Cdm lo discuterà il 7 settembre

Donato Toma
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Pronto il documento report dei primi danni del terremoto elaborato ed approvato dalla Giunta regionale il 27 agosto scorso presentato al Consiglio dei ministri che lo valuterà il prossimo 7 settembre e da qui dovrebbe concedere lo stato di emergenza.

Lo ha annunciato stamane il presidente Toma nel corso di un Consilio regionale in cui ha illustrato gli interventi effettuati sino ad oggi ed i provvedimenti messi in cammino per tamponare o rimediare a disagi e le difficoltà di ordine logistico infrastrutturale e assistenziale. Intanto verranno messi subito a spesa due milioni di euro per poi integrarli con gli altri 4 conteggiati attraverso i sopralluoghi, ancora sommari, fatti dalla Protezione civile, interventi che interesseranno gli otto paesi intorno all’epicentro del sisma mentre si cerca di convergere su una perimetrazione dell’area da bonificare che potrebbe riguardare anche tutto il Molise così come è stato chiesto.

Il presidente Toma ha quindi elencato all’aula quanto è stato messo in campo per rimediare alle situazioni più critiche annunciando tra l’altro i provvedimenti che riguardano l’abbattimento del serbatoio di Montecilfone  e i passaggi burocratici e tecnici che interessano in questo momento Comune e privati per la demolizione di palazzo Verrucci di Guglionesi. Anch’esso probabilmente da abbattere per mettere in sicurezza l’intera area attorno allo stabile dove insistono case e villette a schiera. Da risistemare e mettere in sicurezza c’è anche  anche il serbatoio di Tavenna. Sulla diga del Liscione ha ripetuto quanto esposto dalle autorità competenti nei giorni passati e sul livello dell’acqua della diga di quest’ultima ha spiegato che non è stato mai abbassato sotto i 115 metri evitando in questo modo problemi alla fornitura di acqua al Basso Molise e alla potabilizzazione.

Confermata la chiusura della scuola di Guglionesi e pertanto l’attivazione dell’emergenza sanitaria h/24. Al momento le persone nelle nove tendopoli e quindi nelle 69 tende installate ci sono 186 persone che preferiscono soprattutto la notte stare tranquilli preferendo non rientrare nella abitazioni.

Ovviamente il dibattito in aula sull’argomento che dovrà produrre alla fine una sorta di documento contenitore dove tracciare secondo una via politica unanime su programmazione  priorità e studio all’approccio delle normative del caso  è iniziato con suggerimenti e polemiche

Vittorino Facciolla del Pd ha suggerito di elaborare e approvare un’emergenza regionale che si sostituisca per il momento a quella nazionale e che non si sovrapponga ad essa così come è stato fatto in Toscana per dare spazi di agibilità operativa e amministrativa ai sindaci raccomandando, poi, di stare attenti alla perimetrazione dell’area terremotata.

Nico Romagnuolo di Forza Italia ha preannunciato la presentazione di una proposta di legge sulla riparazione dei danni  suggerendo per la riapertura del tratto ferroviario Campobasso Termoli valida alternativa al trasporto su gomma. Sulla mancanza di un servizio geologico e idrogeologico regionale hanno puntato l’attenzione Antonio Tedeschi e Paola Matteo. Quest’ultima ha invitato il governo regionale e il Consiglio a rimanere unti su una problematica così complessa e importante sottolineando l’urgenza della prevenzione da riportare  nella pianificazione territoriale. La consigliera Fanelli ha rimarcato poi l’assenza totale di rappresentanti del Governo centrale nei giorni immediatamente dopo le due scosse più forti del 14 e 16 agosto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

patronato cisal venafro cat sindacato
Gabetti agenzia Venafro
Maison Du Café Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
patronato cisal venafro cat sindacato
colacem
Gabetti agenzia Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: