TERREMOTO – Scuncio “La SS.87 è una valida alternativa al Liscione”

Eleonora Scuncio
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro

CAMPOBASSO – Viabilità verso Termoli in sicurezza: o un tracciato intorno alla diga o il riadeguamento della vecchia SS 87 dal bivio di Sant’Elia a Larino.

Lo suggerisce la consigliera Eleonora Scuncio sottolineando che progetti di questi tipo ancora in piedi tecnicamente e amministrativamente sono stati studiati e progettati con il governo Iorio.

“Ho molto apprezzato l’intervento dell’assessore alle infrastrutture, Vincenzo Niro, che rassicura i molisani sulle infrastrutture dopo il sisma di agosto 2018 parlando della costruzione di un nuovo ramo stradale la SS87 per aggirare la diga del Liscione.

A tal proposito vorrei far notare, essendo io qui come rappresentante momentanea del gruppo “Iorio per il Molise”, che già con il precendente governo di centrodestra guidato per l’appunto da Michele Iorio, l’ex governatore e l’ex assessore al ramo avevano stretto un accordo con l’Anas per velocizzare la Statale 87. Tale accordo prevedeva, anzi prevede perché ancora valido, una parte dei fondi di investimenti direttamente da Anas e una parte dei fondi spettanti alla Regione Molise rientranti in quelli del terremoto del 2002. Esiste non solo la progettazione di tale opera che prevede di bypassare la Bifernina arrivando fino a Casacalenda. Opera peraltro già appaltata. Per cui si tratterebbe solo di dare seguito ad una iniziativa che ha già svolto tutta la fase preliminare e, per vedere risultati concreti in tempi ristretti, bisognerebbe poi procedere alla progettazione e all’assegnazione dei lavori nel tratto che va da Casacalenda a Larino.

Non condivido, – aggiunge Scuncio – ma accetto, le titubanze sul rifiuto dell’autostrada esposto sempre dall’assessore alle infrastrutture. Non lo condivido perché non ne capisco le ragioni per vari ordini di motivi molti dei quali economici  a sfavore della Regione Molise. Mi spiego: prima di tutto l’Autostrada del Molise è una Azienda mista tra ANAS (50%) e Regione Molise (50%), la prima società mista nata grazie alla Legge finanziaria 2008 (L. 244/2007), che non solo è pioniera come forma societaria in tutta Italia perché offre la possibilità di creare nuove società miste con il solo decreto di trasferimento del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Ma soprattutto la società mista Autostrade comporta che dalla strada a pedaggio non ne guadagni solo l’Anas ma rappresenta un introito per la Regione Molise oltre che la possibilità di creare posti di lavoro con tutto ciò che un’autostrada comporta. Inoltre, per quanto riguarda proprio il progetto viario, mi chiedo: capisco la vicinanza politica al governo Frattura bocciato dai molisani dal cui affondo alcuni di voi si sono salvati tornando sui propri passi, ma perchè costringere i molisani a pagare 345 MILIONI di euro per il risarcimento danno alle aziende che hanno vinto l’appalto per la costruzione dell’Autostrada? E’ una cifra da capogiro che la Regione Molise non può permettersi di far pesare sulle tasche dei molisani. Continuare a dare seguito a questo tipo di iniziative, partite con il governo Frattura, vuol dire dare uno schiaffo ai molisani. Perché sarebbe un danno pesantissimo per le casse della Regione e una beffa per il Molise che continuerà ad essere tagliato fuori dai grandi collegamenti.

Abbiamo già vissuto con la Giunta Frattura la pagina più nera del Molise nel settore delle infrastrutture. Non facciamo in modo anche noi, e mi rivolgo non solo alla Giunta ma a tutta la maggioranza a cui mi sento di appartenere, che del Molise, che aveva rappresentato il primo esempio in Italia di federalismo autostradale, non rimanga più nulla”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Gabetti agenzia Venafro
patronato cisal venafro cat sindacato
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Maison Du Café Venafro
Gabetti agenzia Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
patronato cisal venafro cat sindacato

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: