POLITICA – I Cinque stelle portano il tema del trasporto locale sui banchi del Parlamento europeo

cinque stelle bloccano consiglio
Black&berries Venafro
5x1000 Neuromed
Assicurazioni Fabrizio Siravo
franchitti interiors

CAMPOBASSO – Una proiezione sul futuro e alcune considerazioni su quanto si è concentrata l’azione amministrativa di opposizione consuma in questo inizio di consiliatura regionale.

Dai fondi europei al trasporto locale alle partecipate.

La conferenza stampa dei portavoce di Cinque stelle a palazzo D’Aimmo di Greco  Nola e Primiani con tema il trasporto locale è sconfinata anche su altri argomenti. Soprattutto sul viaggio di Greco e Primiani al Parlamento europeo dove è stato raccolto un report su quanto la Regione Molise ha speso dei fondi europei attribuiti alla Regione, “pochi – ha riferito Angelo Primiani – solo il 18% di cui circa il 5% pagati e certificati”.

Ma di tanto ne è stato illustrato anche in Consiglio regionale dove lo stesso Primiani ha sottolineato che al di là della poltica tutto va a rilento causa l’impianto amministrativo e dirigenziale regionale che ha bisogno di maggiori competenze e quindi figure professionali. Spiegando che la spinta vanno europea come quella nazionale e locale comunque verso ricerca innovazione e infrastrutture, il Molise ha spiegato deve cercare di entrare in quel corridoio di collegamento e commerciale che partendo dall’Europa e passando per il Nord e il centro dell’Italia prosegua fino al Molise per arrivare a Roma. Su “Casa Molise” di Bruxelles ci sono interventi e in iniziative di rivalutazione, luogo, pertanto, da utilizzare come luogo di formazione di incontro e anche di soggiorno formativo e culturale per giovani laureati provenienti dal Molise.

Greco a sua volta ha puntato quindi l’attenzione sul trasporto pubblcio locale un tema su cui la Regione si sta scorticando l’anima per un servizio che non riesce a mettere a sistema  e su cui il portavoce di Cinque stelle ha continuato a ripetere che la ricetta migliore prima delle definizione del Bando è quella che vedrebbe la Regione nella sostituzione dell’attuale concessionario del trasporto pubblico su gomma. Una situazione che è stata fatta presente come ha riportato Greco, anche a Bruxelles ai rappresentanti del M5S che siedono nel Parlamento europeo come Rosa D’Amato che ha assicurato di presenterà il problema anche in una delle prossime assemblee  del Parlamento europeo

Il tema scottante sempre sui carboni ardenti che la nuova Giunta Toma si trova tra le mani è quello della Molise Dati. E qui Vittorio Nola ne ha rimarcato le lacune e le omissioni. Una denuncia calzante nel momento in cui un’azienda in house della Regione che opera nei processi di digitalizzazione dei documenti e informazioni istituzionali potrebbe essere destituita da tali competenze, ha detto Nola, come la verbalizzazione dei Consigli regionali per affidarli ad aziende esterne.

“La rivoluzione il riadeguamento di Molise Dati che riteniamo necessarie – ha detto il segretario del Consiglio regionale consigliere di M5S -, è una battaglia che inizieremo da subito e con forza perché la Regione ritorni a riportare a sé alcuni impegni e obiettivi istituzionali propri dell’ente valorizzando le figure che già  sono già nell’azienda subregionale”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

franchitti interiors
Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »