ISERNIA – “Tu bi or not tu bi”, la mostra d’arte contemporanea allo Spazio Arte Petrecca

Black&berries Venafro
Assicurazioni Fabrizio Siravo
franchitti interiors
5x1000 Neuromed

EVENTO – Appuntamento con l’arte contemporanea presso lo Spazio Arte Petrecca con l’evento “Tu bi or not tu bi”.

La mostra, a cura di Carmen D’Antonino e patrocinata dal Comune di Isernia e dalla Regione Molise, si terrà dal 14 settembre al 14 ottobre. Dieci artisti esporranno le proprie opere in tre sale differenti: Momo Art, Collettiva d’arte internazionale e Gennaro Petrecca. L’esposizione, dedicata all’artista recentemente scomparso Fernando Battista, propone una selezione variegata, una ricca gamma di opere per un pubblico ampio, che ha come obiettivo, oltre all’esposizione artistica, quello di provocare le coscienze e la morale comune.

“La presente mostra – scrive Carmen D’Antonino – è frutto del tentativo dell’ideatore di evidenziare la trasversalità dell’arte contemporanea nella quale è possibile rinvenire forme espressive che spaziano in molteplici tecniche di realizzazione. L’assenza di forma, della pittura di linea, del senso prospettico, dell’energia del chiaroscuro offrono orizzonti infiniti alla creatività di tanti artisti animati da idee innovative. La presente esposizione è nella sostanza articolata su tre distinte aree e differenti stili”.

Gli artisti che prenderanno parte alla mostra sono Gennaro Petrecca; Cheik Mohamed Konate; Otto Hoffman; Ibrahim Kodra; Dalip Kryeziu; Gjelosh Gjokaj; Fernando Battista; Arnulf Reiner; Victor Popov; Dietmar Lutz.

SALA 1 – MOMO ART: Nel primo spazio è facile leggere la freschezza creativa di un giovane africano, appena ventenne, attualmente iscritto presso il Liceo Artistico di Isernia che, autodidatta, ha mosso i primi passi creando una pittura che certamente risente della sua origine, impregnata di colori visti, frutto anche di un intelligente “manierismo”. Si rilevano agevolmente gli artisti che ispirano Konate, la scuola dell’Art Brut fino a Basquiat, Aboudia ed altri eccellenti pittori che dalle loro origini hanno tratto ispirazione profonda.

SALA 2 – COLLETTIVA D’ARTE CONTEMPORANEA-COLLEZIONE PETRECCA: Nella seconda sala è esposta una serie di dipinti della ampia Collezione Petrecca selezionati con un criterio non casuale, evidenziando come nella pittura di artisti con origini e culture completamente diverse (Hoffman, Kodra, Gjokai; Reiner, Lutz, Popov e Battista) si spazi dalla figurazione di linea più o meno marcata fino a forme di espressionismo giocate su sapiente uso del colore.

SALA 3 – GENNARO PETRECCA: Nella terza sala prendono vita le provocazioni artistiche di Gennaro Petrecca che pare prendersi beffa dell’arte intesa nel senso tradizionale del termine. La sua è una ispirazione di stile “new dada” nella quale, tuttavia, seppur ammantati da una sottile ironia, emergono interrogativi profondi dai quali si evince la sua natura speculativa ed il suo interesse per le scienze in senso ampio, dalla fisica alla filosofia. Particolare è il tentativo di trasformare la mostra in un’esperienza emozionale con la scelta dei buoi, dal quale tutto ha origine e nel quale tutto è destinato a finire. La loro è una ricerca verso il nuovo, verso una modernità intesa come percezione, verso una necessità di rinnovamento radicale della società e delle strutture della società odierna.

La mostra è visitabile dal mercoledì al sabato, dalle 17 alle 20, e domenica su prenotazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
franchitti interiors

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »