POZZILLI – Ancora atti vandalici, presa di mira la chiesa. Il sindaco: “Il colpevole confessi prima che sia troppo tardi”

eventi tenuta santa cristina venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
DR 5.0 Promozione
DR F35 Promozione
pasta La Molisana
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud

CRONACA – Ancora atti vandalici a Pozzilli, ad essere presa di mira questa volta è la chiesa vecchia.

A renderlo noto il sindaco Stefania Passarelli, che ha informato la cittadinanza tramite un messaggio sui social network

“In questo momento mi ha telefonato padre Rino – scrive il primo cittadino – il quale era profondamente rammaricato perché ha trovato il vetro rotto della chiesa vecchia e all’interno infiniti sassi. Ho sentito padre Rino molto dispiaciuto, non tanto per il danno economico, ma per il gesto compiuto in un luogo sacro e vicino al parco giochi dei bambini”.

Non è la prima volta che qualche incivile armato di pietre rompe vetri in paese, già tempo fa furono mandati in frantumi ile finestre della struttura che sarebbe poi diventata un asilo nido. Questa volta però è tanto lo stupore, nessuno si sarebbe mai aspettato che un luogo sacro potesse essere preso di mira dai vandali.

Le indagini per individuare il colpevole comunque sono già partite, anche grazie all’aiuto del sistema di videosorveglianza.

“Consiglio a chi avesse commesso tale gesto – termina la Passarelli – di andare da Padre Rino a confessare l’accaduto in considerazione delle telecamere che sono state installate… prima che sia troppo tardi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
panettone di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Futuro Molise
panettone di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: