PROVINCIALI – Il voto popolare è altra cosa!

elezioni provincia campobasso
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Black&berries Venafro

CAMPOBASSO – Elezioni provinciali a Campobasso,  prove di uomini e di raggruppamenti di quest’ultimi più che di partiti ma soprattutto campo per formare nuove truppe per l’assalto al potere.

Si parla dunque di cambi di casacca e questo è il cattivo andazzo della politica soprattutto locale pronta a spostarsi laddove si costituiscono sistemi più consistenti capaci di arrivare al potere e non per programmi condivisi e concreti realizzabili con gli impegni e le responsabilità dovuti.

Si sottolinea l’ormai confermato braccio di ferro con Toma messo in atto da Iorio nel momento in cui è rientrato in Consiglio regionale ed ha bussato alla porta del Governatore per un posto in Giunta. Una richiesta senza risposta che evidentemente ha fatto capire all’ex presidente  che per il momento le cose in via Genova non cambieranno con la conseguenza di una scissione virtuale dalla maggioranza, non  sappiamo con quanta convinzione e sino a quando, cavalcata da Pallante che avrebbe voluto anche lui un assessorato e invece ha ottenuto un sottosegretariato e la presidenza di una Commissione, un risultato riteniamo niente male, e da De Matteis l’ultimo presidente eletto dal popolo a palazzo Magno. 

Poi sentiamo parlare di Provinciali test per le Amministrative di maggio.

Non crediamo affatto che questo voto possa incidere o condizionare con diversi allineamenti quelle competizioni elettorali dove invece vanno a scegliere i cittadini che hanno una loro testa una loro convinzione una loro capacità di discernimento ed una visione  e consapevolezza della realtà vissuta che probabilmente non è simile a quella di molti amministratori.

Quindi, questa sorta di elezioni Provinciali a Campobasso sono tutt’altra cosa dalle urne del prossimo maggio dove si recherà quel popolo dimenticato  e abbandonato che chiede e non ottiene che è rimasto in una regione dove ogni giorno non si parla d’altro che di cambio di casacca e di caccia  alla poltrona.

 I consiglieri provinciali, loro li selezionano e loro se li votano.

Il suffragio popolare nasce da altre aspettative collettive ed emozioni sociali e quindi dai risultati e dai sentimenti che fibrillano dalla vita quotidiana.

Il direttore

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Aziende in Molise »

error: