EMERGENZA VENEZUELA – “Adotta un nonno a distanza”, l’esempio della Caritas di Trivento

emergenza venezuela
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Black&berries Venafro
franchitti interiors
5x1000 Neuromed

MONTEFALCONE NEL SANNIO – Offrire accoglienza a chi fugge dal Venezuela per tornare in Italia e sostenere gli anziani adottandoli a distanza, questo l’esempio della Caritas di Trivento.

Il Circolo Auser Associazione “Padre Giuseppe Tedeschi”, insieme al Comitato Molise Pro Venezuela, al Comune di Montefalcone nel Sannio e alla Caritas Diocesana di Trivento, ha organizzato per sabato 20 ottobre, alle 16.30, un incontro presso la Sala Consiliare di Montefalcone.

Un’occasione per ascoltare le testimonianze degli italo-venezuelani scappati dal dramma umanitario che ha colpito il Venezuela per tornare in Molise, nei loro paesi di origine. Mireya e Miriam, due sorelle anziane originarie di Fossalto, Maria Antonia e Maria Vittoria, mamma e figlia originarie di Baranello, sono rientrate in Molise grazie alla solidarietà della Caritas Diocesana di Trivento che, tramite una raccolta fondi, è riuscita a pagare i biglietti e trovare loro una sistemazione.

La Caritas di Trivento nel corso di questi mesi ha avviato anche un importante progetto “Adotta un nonno a distanza in Venezuela” che, attraverso un piccolo contributo, cerca di aiutare i connazionali a sopravvivere in questo delicato periodo. Gli anziani in questo momento pagano il prezzo più alto della crisi e questo sostegno a distanza permette loro di avere un aiuto concreto per acquistare generi di prima necessità, medicine e provvedere ai bisogni primari.

Inoltre, saranno affrontate le principali questioni che toccano la popolazione venezuelana e i problemi che assillano le persone che sono rientrate in Italia e vivono in Molise, dal riconoscimento della cittadinanza italiana, dei titoli di studio, della patente, passando per l’apprendimento della lingua italiana, fino ad arrivare alla ricerca di una casa, di un lavoro e di ogni altra esigenza.

L’obiettivo è quello di tenere alta l’attenzione su una problematica che attanaglia migliaia di italo-venezuelani che sono costretti a scappare dal Venezuela per mettere in salvo la propria vita e quella dei propri familiari. Un dramma umanitario che sta costringendo interi nuclei familiari a scappare dalle persecuzioni, dalle violenze, dalla miseria, dalla mancanza di medicine e dall’impossibilità di curarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

franchitti interiors
Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »