CAMPOBASSO – Dossier Immigrazione 2018, presentati i dati degli stranieri in Molise

fenomeno migratorio nuovi centri accoglienza
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud

IMMIGRAZIONE – È stato presentato questa mattina il Dossier Statistico Immigrazione 2018 realizzato dal Centro studi e Ricerche Idos, in collaborazione con l’Università degli Studi del Molise nell’ambito del progetto MeCI (Migranti e Comunità Inclusive).

In Molise la percentuale di stranieri è del 4,5%, numero addirittura leggermente al di sotto della media nazionale. Questo è quanto emerge dall’analisi dei dati presentati dai relatori Norberto Lombardi, Chiara Cancellario e la professoressa Hilde Caroli Casavola. Nel 2017 gli sbarchi sono radicalmente diminuiti e l’alta percentuale di stranieri che restano sul territorio è dovuta in gran parte alla questione del rilascio dei documenti, nella nostra nazione particolarmente lunga.

“Il numero di stranieri presenti nel Molise è perfettamente in linea con la media nazionale, anzi leggermente inferiore. – ha spiegato la professoressa Hilde Caroli Casavola – Inoltre, in Molise ci sono realtà che possono essere considerate ‘best practice’ ossia fungono da modello anche per altre regioni in cui ci sono le stesse situazioni, come la tendenza allo spopolamento, isolamento delle aree interne e situazioni di coesione sociale delle comunità locali. Il valore aggiunto delle comunità molisane è che hanno un’esperienza loro stesse di migrazione”.

Dal 2008 al 2013 gli stranieri presenti sul territorio sono quasi raddoppiati, un fenomeno che in realtà ha un effetto positivo sul Molise che negli ultimi quattro anni ha perso più di 6000 abitanti.

La regione conta 308.493 abitanti, di cui 13.943 sono stranieri. Nella provincia di Isernia, gli stranieri regolari corrispondono al 4,4% della popolazione, mentre in provincia di Campobasso sono il 4,6%. I soggiornanti non comunitari sarebbero in totale 9653, di cui 2820 in provincia di Isernia e 6833 in provincia di Campobasso.

Da sottolineare, inoltre, che la maggior parte degli immigrati proviene dalla Romania e non dal continente africano come si pensa solitamente. In Molise i rumeni sono oltre 4000, mentre gli immigrati nordafricani solo 1297. A seguire, al di sotto di 1000, Nigeria, Albania, India, Polonia, Pakistan, Ucraina, Senegal, Cina, Gambia, Afghanistan.

Più della metà degli immigrati, circa il 69%, viene assunto in nero, senza contributi e guadagnando il 49% in meno della media dei molisani. Si parla, ovviamente, prevalentemente di lavori manuali non specialistici. In regione sono circa 100.638 i lavoratori molisani, mentre gli stranieri regolarmente assunti sono 4277. I disoccupati molisani sono 16.654, quelli stranieri 1280. Lo stipendio medio mensile di un molisano corrisponde a 1267 euro, lo stipendio di un cittadino straniero è di 858 euro.

Nonostante l’esiguo guadagno, i cittadini stranieri riescono a risparmiare in maniera notevole inviando poi i soldi nel loro paese d’origine. Cosa che all’epoca successe anche in Molise, dove i migranti mandavano denaro alle famiglie rimaste in regione, denaro che ha fortemente contribuito alla modernizzazione del territorio.

In tutta Italia la somma che gli stranieri rimettono nei loro paesi d’origine corrisponde all’incirca a 9 milioni, ossia tre volte la cifra stanziate per gli aiuti allo sviluppo. Dal Molise vengono rimessi in Romania più o meno 2750 euro, mentre in Marocco circa 535.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail
NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: