HALLOWEEN – Dita di Baba Jaga, la strega terribile che… prende alla gola!

pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
DR F35 Promozione
ristorante il monsignore venafro
DR 5.0 Promozione
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Maison Du Café Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
Smaltimenti Sud

VENAFRO – Non ci sono più barriere tra uno Stato ed un altro, ormai si vive tutti in una sorta di villaggio globale senza ostacoli ed impedimenti di sorta.

La riprova arriva in questi giorni anche da Halloween, festa tipica e propria del centro e nord Europa da qualche anno approdata nella nostra Penisola per la gioia e il divertimento di bambini, fanciulli e giovani, ossia del “popolo di Halloween”.

Numerose le iniziative in programma per festeggiare e salutare Halloween nel modo dovuto e più conveniente: dai travestimenti “macabri” (immancabile la maschera spettrale, il costume scheletrito, i denti aguzzi di dracula e via di questo passo) alle serate nei pub condite con tanto di pauroso e spaventevole, che però alla fin fine fa sorridere e divertire un sacco. Ci si diverte cioè con l’horror, col tenebroso scherzoso di Halloween, anche se qualche piccino/piccina un po’ di spavento lo prova quando il gioco diventa più pesante(!). Gli stessi saporitissimi dolcetti del periodo non sfuggono alla regola irrinunciabile di Hallowenn, ossia il macabro, il mostruoso, il sanguinario, seppure in chiave dolce e quindi gradevole!

La riprova arriva da Venafro dove una signora polacca, Agnieszka Kowaluk, da anni stabilitasi in Molise per lavoro, ha voluto riproporre il dolce tipico del proprio Paese nella ricorrenza di Hallowenn, ossia… le ormai famose dita della strega polacca Baba Jaga.

“E’ simpatica usanza della mia terra d’origine -spiega la donna- realizzare tali dolcetti tipici di pastafrolla e mandorla a forma di dita con tanto di unghie lunghe e sangue tutt’intorno, ovviamente falso. A prima vista danno l’idea del macabro, ma subito dopo inducono al sorriso e soprattutto invitano al piacere di gustare un dolce tipico polacco di antichissima origine. Da noi, in Polonia, Baba Jaga è strega terribile nell’immaginario collettivo e le sue dita di mandorle e pastafrolla a prima vista sono paurose ma subito dopo, se si ha il coraggio di prenderle in mano e metterle in bocca, sono saporitissime e fanno la gioia di tutti i golosi, dai più piccoli agli anziani”.

Ed allora buon Halloween a tutti con le spaventevoli e mostruose dita di Baba Jaga, strega terribile che… prende alla gola!

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
Futuro Molise
colacem
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: