CALCIO – Il Campobasso esonera il tecnico Mandragora. Domani il nuovo allenatore

Bruno Mandragora
vaccino salva vita
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Bruno Mandragora allenatore del Campobasso è stato esonerato dalla società rossoblù.

Una decisione sofferta, maturata oggi dalla dirigenza a seguito della seconda sconfitta consecutiva  di domenica scorsa a Notaresco contro il San Nicolò e le pessime prestazioni delle ultimissime gare. Ovviamente ha pesato anche la posizione critica di classifica, 7 punti appena in 10 gare e il terz’ultimo posto con la mente già votata a risalire dal fondo classifica che ora come ora significherebbe retrocessione nei Dilettanti regionali.

Quindi niente ripresa di allenamenti per Mandragora questo pomeriggio a Ripalimosani dove la squadra si è rifugiata serrando le porte della struttura sportiva ripese ritrovandosi perciò e allenandosi sotto la guida dell’allenatore in seconda Antonio Minadeo in vista della prossima partita interna contro il Montegiorgio. Quindi, silenzio stampa e cancelli dello stadio chiusi lontano da occhi indiscreti. E’ un Campobasso nettamente in crisi di identità  calcistica che cerca ancora, dopo tre mesi di campionato un’esclusione dalla Coppa Italia e l’allestimento di un gruppo anche di un certo valore tecnico ed economico, una sua dimensione calcistica di gioco e tattica  e di conseguenza un obiettivo di classifica visto che fino a oggi ha marciato neppure a un’ andatura di un punto a gara. Di fronte a tanto inevitabile l’umore della tifoseria, già da qualche domenica sul piede di guerra e quindi lanciatasi a contestare allenatore e squadra.

Il nuovo allenatore pare che già ci sia. Il nome è top secret, verrà annunciato domattina. Qualcuno fa girare i nomi di Colavitto e D’Adderio. Vedremo domani. Si spera che arrivi un tecnico soprattutto con una forte energia psicologica, insomma uno che  provi a far rispettare quanto si è disegnato per il futuro. Da domenica prossima vedremo se il fallimentare cammino rossoblù è legato alla conduzione del tecnico che è andato via o se  effettivamente il Campobasso è una squadra costruita male con giocatori sbagliati per quanto si voleva ottenere. Ovvero per un campionato da prime posizioni, non da vertice assoluto in partenza, quanto il “Lupo” in Quarta serie come minimo merita. La salvezza non appartiene a nessuno: alla città alla tifoseria e neppure alla dirigenza, crediamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: