CALCIO – Vasto Vs Campobasso, commento gara

franchitti interiors
Assicurazioni Fabrizio Siravo
5x1000 Neuromed
Black&berries Venafro

VASTO – Se fosse stato un incontro di boxe, il Campobasso avrebbe sicuramente vinto ai punti. Ma nel calcio, lo sappiamo, contano i gol e al triplice fischio di chiusura entrambi i portieri hanno raccolto per due volte la palla tra le maglie della propria rete.

Sotto il sole di Vasto, il Campobasso ritrova gioco e grinta, mettendo in pratica le idee di mister Bagatti: pressing asfissiante, squadra alta, corsa, verticalizzazioni e tagli delle punte. Si è vista una squadra aggressiva che ha saputo tenere il possesso della sfera per larga parte del match, con fraseggi e scambi interessanti tra la linea mediana e quella offensiva. C’è stato un calo solo in alcuni frangenti della ripresa, quando anche gli avversari biancorossi hanno cercato di divincolarsi dall’onnipresenza dei rossoblù, mettendo il naso nella metà campo avversaria. Un Campobasso concentrato, attento e guardingo dal primo minuto. Fino all’77’, minuto in cui la Vastese inizia a capire di aver preso due gol e l’arbitro inizia a prendere decisioni avventate. A fine gara si conteranno due gol annullati ai molisani (il primo regolare, su tiro di Antonelli) e due rigori per gli adriatici (entrambi incerti).
La cura Bagatti inizia a farsi vedere sin dai primi minuti di gioco. Il mister modenese conferma il suo modulo preferito, 4-3-1-2, cambiando la squadra scesa in campo contro il Montegiorgio per 3/11. Antonelli dal primo minuto al posto di Seck, Spinelli e Allocca in difesa al posto di Di Pierri e D’Orsi.
Al 4’ è già Campobasso. Danucci verticalizza per Giacobbe che tutto solo spara addosso al portiere sbagliando un gol che tutti pensavano fosse già fatto. Dopo soli quattro minuti c’è il primo gol annullato al Campobasso: ottima azione di Cogliati sulla destra, mette in mezzo per Antonelli che di sinistro conclude alle spalle di Selva. Ma per Mirabella di Napoli, e il suo assistente, il gol è da annullare per un fuorigioco (discutibile).
Passano altri quattro minuti e al 15’ c’è il primo gol dell’incontro: punizione defilata, Danucci imbecca Magri che di testa insacca. Campobasso 1 Vastese 0.  Fino alla fine della prima frazione c’è solo una squadra in campo, la Vastese arriva al tiro solo una volta con Giampaolo dalla distanza che conclude di molto sopra la traversa. Il Campobasso gioca e crea. Tre le occasioni dopo il gol. Al 23’ Merio fermato in fuorigioco dopo un triangolo con Cogliati e Giacobbe, al 31’ Allocca sfiora il gol dell’ex su colpo di testa dal corner di Da Dalt e al 47’ Giacobbe manda di poco alto un tiro di prima su assist di Da Dalt.
Il secondo tempo risulta più equilibrato, con una Vastese strigliata a dovere da mister Montani e un Campobasso più attento a centrocampo. La partita si fa subito nervosa e iniziano a piovere ammonizioni, ben cinque nei primi venti minuti della seconda frazione, tre su sponda biancorossa e due su sponda rossoblù.
L’undici guidato da Bagatti controlla il risultato senza disdegnare sortite offensive, ma le occasioni più succose sono della Vastese che ci prova prima con Fiore al 54’ su punizione, calciata oltre la traversa, e poi con De Meio al 68’, da fuori area sugli sviluppi di un corner. Al 69’, però, arriva il secondo gol del Campobasso. Danucci è pronto a battere subito una punizione sulla destra, la palla arriva a Giacobbe che si accentra e tira beffando Selva. Esultanza in solitaria della panchina rossoblù e della squadra, visto che i tifosi ospiti sono rimasti a casa su ordine della Questura. Nel frattempo viene espulso D’Alessandro per proteste. Sempre Giacobbe insacca di nuovo dopo sei minuti, al 75’, ma gli viene contestato un fuorigioco dall’assistente di linea.
La partita sembra incanalarsi sui binari della vittoria per la squadra ospite, ma i padroni di casa non si arrendono e iniziano un confusionario arrembaggio che porta a due rigori in quattordici minuti assegnati in maniera abbastanza superficiale dall’arbitro Mirabella. All’80, sugli sviluppi di un corner, D’Orsi in mischia atterra l’attaccante di casa: rigore e seconda ammonizione per il difensore rossoblù che è costretto a lasciare il campo. Leonetti tira e buca la rete alla destra di Sposito.
                                                                                                                   Andrea Zita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
franchitti interiors

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »