VIOLENZA DI GENERE – Un ordine del giorno di Matteo e Nico Romagnuolo per celebrare la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne e il Femminicidio

pasta La Molisana
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Le donne vittime delle violenza, la giornata internazionale Contro “la violenza sulle donne e il femminicidio” prevista il 25 novembre è ricordata dal Consiglio regionale con la presentazione di un ordine del giorno a firma dei consiglieri Paola Matteo e Nicola Romagnuolo.

La Giornata contro il Femminicidio e la violenza, è stata istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per ricordare tutte le donne vittime di questo triste fenomeno. La data è stata indicata dal Movimento Internazionale delle Donne in onore delle sorelle Mirabal assassinate nella Repubblica Dominicana il 25 novembre 1961, la loro storia è stata scelta simbolicamente per testimoniare che la violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani.

“Una giornata di riflessione anche in considerazione del fatto che la violenza contro le donne – sottolineano Matteo e Romagnuolo –  continua a rappresentare nel nostro Paese un fenomeno di pesante gravità in continua crescita. I dati sono ad oggi impressionanti:  secondo l’ISTAT in Italia il 31,5 % delle donne tra i 16 e i 70 anni ha subito molestie o violenze fisiche, psichiche o sessuali nel corso della vita e il 90% delle violenze si consuma in ambiente domestico o familiare.  La giornata contro il Femminicidio e la Violenza contro le Donne rientra in un percorso che sta portando avanti il Consiglio Regionale con la proposta di modifiche e integrazioni di Paola Matteo alla legge 15/2013 “Misure in Materia di Prevenzione e Contrasto alla Violenza di genere” licenziata dalla IV Commissione e a breve oggetto di discussione in consiglio regionale,  oltre la “Legge Quadro contro ogni forma di discriminazione per l’affermazione dell’uguaglianza” sempre proposta dal capogruppo di Orgoglio Molise al vaglio della IV Commissione”.

La richiesta dei consiglieri Matteo e Romagnuolo, nell’ odg, è quella di attivarsi al fine di far posizionare una poltrona rossa, una rosa bianca e un paio di scarpe rosse simbolo del cd. “Posto occupato”, in uno spazio dedicato, presso Palazzo “D’Aimmo”, e di prevedere, nell’ambito della settimana del 25 novembre prossimo, anche un momento di riflessione. Nella fattispecie le scarpe rosse abbandonate sono un’icona forte che lascia trasparire la forza della violenza quando colpisce. La rosa bianca, icona del candore del mondo femminile, è il simbolo della campagna promossa dal Dipartimento Pari Opportunità – Presidenza del Consiglio dei Ministri. La poltrona rossa, ovvero un posto vuoto, come quello lasciato nella società da ogni donna uccisa da un uomo, vuole essere un monito contro la violenza sulle donne in favore di una cultura di parità.  “Un gesto importante e simbolico perché è il segno tangibile dell’impegno che l’Assemblea molisana vuole e vorrà mettere contro la violenza sulle donne. Un modo per evidenziare che la Regione Molise è e dovrà essere sempre più a misura di tutti e di tutte. Un momento rappresentativo per dire un forte “NO” ad un fenomeno gravissimo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: