CAMPOBASSO – Recuperata refurtiva in via San Giovanni, la Polizia è in cerca dei proprietari degli oggetti

franchitti interiors
Black&berries Venafro
Assicurazioni Fabrizio Siravo
5x1000 Neuromed

CRONACA – Vasto dispositivo in atto negli ultimi giorni da parte della Polizia di Stato di Campobasso, volto a prevenire e contrastare furti nelle abitazioni e nelle pertinenze di esse.

In via San Giovanni, il personale della Squadra Volante ha trovato 6 valigette contenenti attrezzi da lavoro, nello specifico trapani, cacciaviti, chiavi di varie misure e catene da neve. Due di queste sono state restituite nell’immediatezza al legittimo proprietario, che poco prima aveva subito il furto nel proprio garage. Infatti i malviventi avevano asportato le valigette, lasciandole nelle vie limitrofe, forse perché disturbati nel portare a termine la loro azione criminosa.

Pertanto, si invitano le vittime dei furti nelle abitazioni, nei garage e nelle cantine, a denunciare gli accaduti ed a fornire informazioni utili alla identificazione dei responsabili da poter assicurare alla giustizia. Si allegano le foto della refurtiva riprodotte dal Gabinetto di Polizia Scientifica affinché i legittimi proprietari possano riconoscere gli oggetti rubati e raggiungere un Ufficio di Polizia per sporgere denuncia.

Inoltre il Questore di Campobasso Caggegi ha emesso 5 fogli di via obbligatorio nei confronti di persone con pregiudizi di polizia provenienti da altre province, ritenuti pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica, la cui presenza nel comune ove è avvenuto il controllo è da subito risultata allarmante e non giustificata.

In particolare, i Carabinieri di Termoli segnalavano V.G di anni 30 e D.M. di anni 32, entrambi provenienti dalla provincia di Foggia e con precedenti per reati contro il patrimonio, contro l’incolumità pubblica, reati di spaccio di sostanze stupefacenti e violazione della normativa inerenti le armi. Nei confronti degli stessi, che non hanno fornito alcuna plausibile motivazione circa la loro presenza in loco, il Questore di Campobasso ha emesso il divieto di far ritorno a Termoli per il periodo di tre anni.

Analoghi provvedimenti, della stessa durata e per i Comuni, rispettivamente, di Bojano e Rotello, sono stati emessi nei confronti di B.A.  di anni 38 e M.L. di anni 45, segnalati dai Carabinieri di Bojano quali persone con precedenti per reati contro il patrimonio e reati di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché di P.A.  di anni 37, segnalato dai Carabinieri di Rotello quale persona con precedenti per reati contro il patrimonio e contro la pubblica amministrazione, tutti non in grado di fornire motivazioni plausibili circa la loro presenza in zona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

franchitti interiors
Colacem

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »