SICUREZZA – Giornata Nazionale per la Sicurezza nelle Scuole, il Comitato Scuole Sicure: “Situazione allarmante”

Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – Oggi, 22 novembre, è la Giornata Nazionale per la Sicurezza nelle Scuole, in tutta Italia si terranno oltre 500 eventi per riflettere sul tema.

Un giorno speciale per pensare a chi ha perso la vita sotto le macerie di un edificio scolastico, secondo i dati di Cittadinanzattiva solo una scuola su venti è in grado di resistere a un terremoto. Dati sconcertanti, soprattutto se si pensa alla situazione in Molise. Sull’argomento è intervenuto il referente regionale del Comitato Nazionale Scuole Sicure, Nicola Simonetti.

La nostra mente non può che andare a quel 31 ottobre 2002, – ha scritto su Facebook – per poi ripercorrere tutti gli eventi drammatici, e meno drammatici solo perché accaduti di domenica o di sera, evitando nei crolli degli edifici scolastici, drammi peggiori. Dal 2002 ad oggi, cosa è cambiato?! …poco, o nulla… Nel nostro bel Paese, lo Stato, le Amministrazioni, gli Enti proprietari di questi luoghi, di cura dei nostri figli, nipoti, questi luoghi di crescita, sono rimasti tali… molti, hanno subito piccoli interventi di miglioramento, qualcuno il nulla… altri hanno visto sperperare, nel silenzio tombale dei controllori, denaro pubblico solo per aiutare ‘amici di amici’ o solo per meri scopi elettorali.

L’analisi delle scuole in Italia è drammatica, il sunto lo abbiamo a Campobasso, dove la persistenza di uno stato di allarme di preoccupazione corre continuamente, sperando, questo il pensiero di molti ‘fino ad oggi non è crollato nulla!’, che le nostre scuole restino in piedi… perché, siamo a Campobasso, ed a Campobasso cosa vuoi che accada…. anzi, abbiamo avuto il prestigio del premio ‘Amico Condacons 2018’ al nostro sindaco Antonio Battista ‘l’unico, in Italia a chiudere 20 scuole’… le stiamo ancora contando… mancano all’appello la Scuola di Via Jezza (studio vulnerabilità dell’Unimol) e l’Asilo Nido di Via Verga (studio vulnerabilità dell’Unimol), dove i bambini e la forza lavoro ancora si reca.

Abbiamo, la mancanza di analisi di vulnerabilità su altre, molte scuole; abbiamo la carenza di un quadro più generale, manca ancora una CARTA d’identità sugli EDIFICI strategici pubblici. Si, perché Cari concittadini, le scuole sono qualificate tali ed in caso di eventi drammatici, sismici, calamità naturali, etc. NON DEVONO ESSERE CHIUSE!!! Ma, sono destinate ad accogliere in SICUREZZA l’intera popolazione, quella stessa popolazione che NON si interessa di scuola, se ne interessa solo quando si hanno i consigli d’istituto, i famosi colloqui con gli Insegnanti e/o professori… un po’ per far passerella, un po’ perché si usa ‘lo vogliono loro’, un po’ perché in fondo ci interessa la preparazione dei nostri figli… beh, dovremmo imparare ad interessarci di più ‘delle nostre proprietà’… sì perché la SCUOLA per uno STATO CIVILE è la ‘PROPRIETÀ della CULTURA’, essa rappresenta la costruzione degli uomini e delle donne, della evoluzione ‘positiva’ dell’uomo. Rappresenta la corretta crescita del nostro domani… oggi, lasciata a pochi, ma quei pochi, oggi non amministrano…

AUGURI, senza una speranza, ma con la CERTEZZA che anche se in pochi, saremo in grado di cambiare l’atteggiamento politico verso un tema di fondamentale importanza… scolari, alunni, studenti… con fiducia, il Comitato Nazionale Scuole Sicure – Campobasso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: