EVENTO – Come se tu non fossi femmina, il libro di Annalisa Monfreda a Castel del Giudice

Come se tu non fossi femmina, il libro di Annalisa Monfreda a Castel del Giudice
Smaltimenti Sud
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
Maison Du Café Venafro
ristorante il monsignore venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
pasta La Molisana

CASTEL DEL GIUDICE – È stato presentato a Borgo Tufi in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, un racconto di viaggio che la direttrice di Donna Moderna compie con le sue figlie, attraverso 50 lezioni per trovare la consapevolezza di essere donne oggi e domani.

Da Adelina Zarlenga dell’Ufficio Stampa dell’evento che segue perviene il comunicato circa un interessante appuntamento socio/culturale svoltosi a Castel del Giudice: <Da Virginia Woolf, simbolo di emancipazione sociale e culturale delle donne, Annalisa Monfreda, direttrice delle riviste Donna Moderna e Starbene, ha tratto ispirazione per dare il titolo al suo primo libro “Come se tu non fossi femmina”, presentato il 25 novembre 2018 a Castel del Giudice, nella sala convegni di Borgotufi. “Virginia Woolf parla di scrittrici che scrivono come se non fossero femmine, che esprimono la ricchezza del loro genere senza il carico di consapevolezza del loro genere”, ha spiegato Annalisa Monfreda alla giornalista Maria Stella Rossi, che l’ha intervistata davanti ad una folta platea. Un’esclusiva molisana, la presentazione del libro, edito da Mondadori, nell’albergo diffuso espressione di rinascita dei paesi delle aree interne dell’Appennino, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Un incontro molto partecipato da cui sono nati diversi spunti di riflessione, inframmezzati dall’interpretazione di alcuni brani del libro a cura dell’attrice Chiara Iannacone e dalla voce e chitarra dell’attore e musicista Maurizio Santilli. Il libro è un viaggio, un racconto di viaggio che la scrittrice compie con le sue due figlie, dispensando 50 lezioni, che diventano un modo per riflettere sull’essere donne oggi e domani. “Solo se riusciremo a crescere maschi come se non fossero maschi, potremo innescare un cambiamento. Insomma, il lavoro da fare è crescere maschi femministi”, ha spiegato Annalisa Monfreda, puntualizzando la necessità di raccontare le donne non solo come vittime>. Al termine dell’incontro, il sindaco di Castel del Giudice Lino Gentile ha donato ad Annalisa Monfreda un albero di mele stilizzato, riferimento al meleto biologico Melise, con i ringraziamenti per aver “contribuito alla rinascita del borgo”.

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
colacem
Futuro Molise
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: