BASKET – Il Globo Isernia torna a vincere

DR 5.0 Promozione
pasta La Molisana
Maison Du Café Venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
DR F35 Promozione
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

ISERNIA – Nelle ultime settimane era successo di tutto: un infortunio dopo l’altro, falli tecnici fischiati nei momenti chiave, partite perse alla fine giocando in sei.

Prima o poi la Fortuna avrebbe dovuto rivolgere un timido sorriso alla squadra di Barbuto. E ieri gli isernini hanno strappato il nastro che copre gli occhi della Dea bendata e l’hanno costretta a guardare: così si gioca a pallacanestro, guarda e non ostacolarci. E così è stato, finalmente. L’Isernia ha dominato la gara contro Osimo, conducendo dall’inizio alla fine. Non ha mai avuto paura dei validi avversari, neppure quando, in avvio di terzo quarto, i marchigiani hanno iniziato ad inanellare triple e hanno accorciato pericolosamente le distanze. I padroni di casa, sostenuti da un meraviglioso pubblico, non si sono scomposti e hanno fatto ciò che sanno fare meglio: giocare a pallacanestro e dare l’anima per la vittoria. Lottare non li spaventa. Certo, c’è ancora tanto su cui lavorare, ma i segnali sono più che positivi. Il Globo non è inferiore a nessuno, anzi, può contare su talenti che difficilmente si trovano in questo girone.

Tutti i ragazzi di Barbuto e Boffa hanno dato il loro contributo: Adins (24 punti, 15 rimbalzi e 2 stoppate) ha spadroneggiato sotto canestro, Torreborre (19 punti, 7 rimbalzi e 5 assist), Porfidia (19 punti, 4 rimbalzi e 8 assist) e Scozzaro (10 punti) sono stati una spina nel fianco per la difesa osimana, Hussin (8 punti e 4 rimbalzi) è stato una mina vagante difficile da disinnescare per gli avversari, Di Nezza (3 punti) ha giocato con una caviglia sola e ha stretto i denti per amore dell’Isernia. Anche il nuovo arrivato Cupito (2 punti, 2 rimbalzi e 2 recuperi) ha dimostrato di essersi già integrato bene. E un applauso va fatto pure ai ragazzi usciti dalla panchina (Melchiorre, D’Adamo e Caruso), che sono stati parti indispensabili di un ingranaggio che finalmente pare stia girando.

Quella contro Osimo è stata l’ultima partita del 2018 in casa. Anche il calendario non ha sorriso ai ragazzi di Barbuto, che venerdì scenderanno sul parquet di Lanciano e domenica 23 dicembre giocheranno a Perugia. E dopo la trasferta a Pesaro (sponda Bramante) del 5 gennaio 2019, si tornerà finalmente al Palafraraccio il 13 gennaio. Insomma, l’Isernia sarà costretta piazzare qualche bella vittoria fuori casa: l’ultima in stagione regolare risale all’11 dicembre 2016 (77-64 a Monteroni).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: