CALCIO – Dopo due successi consecutivi il Campobasso ci prova anche a Matelica

matelica campobasso
Black&berries Venafro
Pubblicità Molise Network
Assicurazioni Fabrizio Siravo
franchitti interiors

CAMPOBASSO – Si conclude con la trasferta in casa della capolista Matelica il trittico di gare di quest’ultima settimana del girone F.

Per il momento Il Campobasso si gode la doppia vittoria consecutiva e culla il proprio bomber autore di 4 reti in 4 gare. Dalle ultime prestazioni sembra proprio che il Lupo sia sceso a valle, famelico, a caccia di prede da sbranare per accorciare le distanze e recuperare terreno verso zone più tranquille della graduatoria. Nonostante gli ultimi due primi tempi, contro Castelfidardo e Avezzano, non proprio esaltanti, i rossoblù scesi in campo hanno fatto vedere ciò che finora era quasi sempre mancato: determinazione e concretezza.

L’attacco è proprio il reparto da cui mister Bagatti cercherà di impostare la gara. I lupi in terra marchigiana cercheranno i tre punti senza particolari timori reverenziali, consapevoli che dopo il pareggio di Cesena tutto è possibile. Il Matelica arriva alla gara con due sconfitte (a Jesi e contro la Recanatese in casa) e una vittoria (a Savignano sul Rubicone) nelle ultime tre gare. Un ruolino di marcia che non fa certo onore ai marchigiani che, così come il Bari, sarebbero in testa a tutti i gironi della quarta serie con ben 39 punti frutto di tredici vittorie e quattro sconfitte. Ottimi gli ultimi campionati dei biancorossi che, impostando la propria filosofia societaria sul gruppo e sui giovani, hanno sempre combattuto contro le big del girone per le prime posizioni di classifica. Dai 35 gol messi a segno da settembre non emerge nessun particolare bomber, sono infatti 15 i calciatori finiti nel tabellino alla voce marcatori con Melandri a quota 5. Segno, questo, del gioco corale che la squadra di mister Tiozzi è in grado di esprimere.

Dai precedenti a Matelica emergono un pareggio, una vittoria e due sconfitte, l’ultima per 2-1 subita proprio lo scorso anno. Per riequilibrare il conto mister Bagatti avrà a disposizione tutti i suoi uomini, escluso il partente Merio che in settimana ha abbandonato la nave. Degli undici che scenderanno in campo nelle Marche, probabilmente soltanto tre saranno i superstiti della “pulizia” di dicembre: Sposito, Danucci, Giacobbe. Il resto della compagine sarà composta dai nuovi arrivi che da ottobre in poi hanno caratterizzato il viavai dello spogliatoio di Selvapiana. La probabile formazione del mister modenese vedrà Sposito tra i pali, Marchetti-Magri coppia centrale con Lo Bello e La Barba sulle fasce, Danucci a dirigire la linea mediana con Di Lauri e Di Paolo a supporto, in avanti Giacobbe, Musetti, Alessandro con Cogliati pronto alla staffetta viste le ultime ottime prestazioni. Dirigerà l’incontro del Giovanni Paolo II di Matelica il signor Emanuele di Pisa.

Andrea Zita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: