#STOPCIBOANONIMO – Frodi alimentari, Coldiretti raccoglie firme a tutela di produttori e consumatori

stop al cibo anonimo coldiretti
ristorante il monsignore venafro
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
DR F35 Promozione
DR 5.0 Promozione

CAMPOBASSO – Continua in Molise la raccolta firme avviata da Coldiretti che mira all’ottenimento di una legislazione più chiara in materia alimentare, in modo da rendere i consumatori consci dell’origine dei prodotti che portano in tavola e salvaguardarne la salute. 

Si tratta di un’iniziativa lanciata a sostegno della proposta di legge europea per l’indicazione obbligatoria dell’origine per tutti gli alimenti e in tutti i Paesi europei.

Questa battaglia è volta a prevenire le frodi in materia alimentare e Coldiretti Molise la sta portando avanti brillantemente, ottenendo il sostegno non solo di centinaia di cittadini, ma anche di esponenti politici, come l’Assessore regionale all’agricoltura Nicola Cavaliere, che ha di recente aderito alla petizione.

La Coldiretti ha mobilitato, a sostegno di questa campagna, tutte le sue strutture: sono così scesi in campo Giovani Impresa e Donne Impresa, cui si sono aggiunti gli agriturismi e gli agrichef di Terranostra Campagna Amica, per illustrare al pubblico quanto l’indicazione dell’origine degli alimenti sia fondamentale per la sicurezza e per la salute dei fruitori dei beni alimentari.
Ogni giovedì e sabato sono, a tal scopo, sempre attivi dei punti di raccolta firme anche all’interno dell’Agrimercato di Campagna Amica a Campobasso.

“La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari – come illustra il delegato confederale di Coldiretti Molise, Giuseppe Spinelli – rappresentano un grave rischio per la nostra salute. Dunque, un’etichetta chiara che indichi l’origine degli ingredienti degli alimenti aiuta a prevenire e combattere gli scandali alimentari che spesso vengono riportati dagli organi di informazione. – aggiunge inoltre – I cittadini italiani ed europei hanno il diritto di essere protetti e di ricevere informazioni accurate sul cibo che scelgono di acquistare. Per fare scelte consapevoli, i consumatori devono conoscere il luogo di raccolta e trasformazione degli alimenti, l’origine degli ingredienti e avere maggiori informazioni sui metodi di produzione e di lavorazione”.

“Il valore del falso Made in Italy agroalimentare nel mondo – asserisce Aniello Ascolese, direttore regionale di Coldiretti Molise, – ha superato i 100 miliardi di Euro, con un aumento record del 70% nel corso dell’ultimo decennio. L’indicazione di origine degli ingredienti sull’etichetta consentirebbe di prevenire le falsificazioni e le pratiche commerciali sleali che danneggiano la nostra economia”.

Sulla base di queste premesse fondamentali, Coldiretti Molise invita tutti i cittadini a firmare la petizione ricordando che è possibile sottoscrivere la petizione anche on line collegandosi al sito Internet www.coldiretti.it e cliccando sull’apposito banner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: