CAMPOBASSO – Insieme alla Sammaurese arriva il “pacco natalizio”, 75 mila euro da pagare per vertenze giocatori della passata gestione

campobasso calcio
Black&berries Venafro
Assicurazioni Fabrizio Siravo

CAMPOBASSO – Undici punti in cinque partite.

Se il campionato fosse iniziato a fine novembre il Campobasso sarebbe terzo dietro a Cesena e Pineto, due squadre che al momento hanno un ruolino di marcia invidiabile. Sarebbe bello se tutto finisse qui, rinviando tutto all’inizio di una nuova stagione studiata e programmata con la tranquillità di cui questa società ha estremo bisogno dopo le vertenze arrivate nelle ultime ore: 75mila euro da saldare in un mese il ‘pacco regalo’ ereditato dalla  gestione Leone-De Lucia.

Tramite i propri canali, la società stessa ha rassicurato i tifosi di aver previsto eventuali ‘danni ulteriori’.
“Quando abbiamo iniziato questa avventura eravamo consapevoli di ereditare un passato glorioso ma anche le conseguenze di gestioni precedenti che hanno lasciato tanti problemi. Ad inizio stagione, per questo tipo di spese, abbiamo stanziato un budget per far fronte alle situazioni debitorie accumulate negli anni. L’abbiamo fatto perché crediamo fermamente in questo progetto e non permetteremo mai che il passato possa influire negativamente sul presente e ancor meno sul futuro. Stiamo facendo del nostro meglio per restituire alla città di Campobasso e a tutti i tifosi rossoblù il patrimonio calcistico che meritano.”

Queste le parole dei presidenti Circelli e Gesuè che continuano a credere nel loro progetto a medio-lungo termine impostato questa estate. Parole che danno serenità ad ambiente e squadra in vista dell’ultima partita del girone di andata, e del 2018, in programma sabato 22 contro la Sammaurese, squadra romagnola di San Mauro Pascoli. Non solo cattive notizie in casa rossoblù. In settimana, infatti, si è aggregato al gruppo Davide Leto, centrocampista jolly classe 94 col vizio del gol (9 reti ad Avezzano due anni fa). Ex Martina Franca, Crotone e Torres, Leto completa l’organico e tornerà sicuramente utile alla causa dei lupi.

Di contro, la Sammaurese arriva a Campobasso senza aver cambiato nulla della propria rosa iniziale. Del resto l’obiettivo dichiarato della squadra romagnola è quello della permanenza in serie D. E sembra proprio che stiano mantenendo fede alle attese grazie ai 24 punti ottenuti finora. Da tenere d’occhio bomber Zuppardo, autore di ben 7 gol, quasi tutti decisivi, in questo scorcio di campionato. L’ultima sconfitta casalinga subita domenica scorsa contro il Pineto, porterà a Selvapiana una squadra vogliosa di riscatto e che giocherà per evitare di farsi avvicinare in classifica proprio dal Campobasso, concorrente diretto per la salvezza.

Nello spogliatoio di Bagatti non ci sarà Lo Bello, l’esterno destro autore di un gol a Matelica e squalificato dopo il doppio giallo. Il mister dovrà ridisegnare la formazione base partendo proprio dal pacchetto under: probabile un arretramento di Antonelli nel blocco difensivo composto dal collaudato duo Marchetti-Magri e dall’esterno sinistro La Barba. A centrocampo Di Paolo e Di Lauri potrebbero dare manforte al manovratore Danucci pronto a servire l’ultimo pallone verso l’artiglieria pesante della linea d’attacco Cogliati-Giacobbe-Alessandro. Bomber Musetti pronto alla staffetta per sfruttare eventuali calci piazzati e verticalizzazioni del 4-3-3 previsto dal tecnico modenese.

Andrea Zita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Aziende in Molise »

error: