VENAFRO – Controlli alla Casetta dell’acqua, l’interpellanza in Consiglio comunale

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro

POLITICA – Si è tenuto l’ultimo Consiglio comunale presso il Comune di Venafro, tra interpellanze e deliberazioni sono stati tanti gli argomenti affrontati e, soprattutto, rinviati.

Assente in minoranza il consigliere Carmine Amoroso, motivo per il quale la sua interpellanza relativa alle lampade votive del cimitero è stata rinviata. Si è discusso invece della Casetta dell’acqua, nello specifico dei controlli periodici, che dovrebbero avvenire ogni 4 mesi. Infatti, secondo i firmatari dell’interpellanza Alfonso Cantone e Adriano Iannacone tali controlli non sarebbero mai stati svolti e nel fascicolo del Settore Ambiente non vi sarebbe traccia di alcuna analisi o controllo.

Un problema molto serio, considerando che la Casetta, installata il 25 luglio 2017, dovrebbe erogare acqua potabile e quindi i controlli dovrebbero essere frequenti. I due consiglieri hanno spiegato che nella convenzione tra il Comune e la società, quest’ultima si assumeva le responsabilità di effettuare i controlli dei parametri chimico-fisici e batteriologici, dei controlli analitici con l’affissione dei risultati al pubblico, pulizia e disinfezione periodica delle pulsantiere e dei rubinetti di erogazione.

All’interpellanza ha risposto l’assessore all’Ambiente Dario Ottaviano: i controlli sarebbero stati tutti effettuati regolarmente. L’assessore ha specificato che l’ultimo prelievo sarebbe stato fatto circa un mese fa e si è in attesa dei risultati.

Per gli altri punti all’ordine del giorno, all’unanimità si è deciso di allargare la conferenza dei capigruppo al consigliere straniero aggiunto. Tutto tranquillo anche per la variazione di bilancio, a scatenare qualche piccola discussione invece sono state le modifiche al regolamento degli impianti pubblicitari. Secondo il sindaco Ricci gli interventi, come opere compensative, devono essere decisi dall’Amministrazione non dalle ditte. Nonostante qualche opposizione, alla fine l’argomento è passato con 12 voti a favore.

Infine, rinviata la mozione circa la revoca di adesione allo Sprar, infatti il gruppo Misto ha chiesto di poter acquisire maggiori informazioni. L’assessore alle Politiche Sociali, Angelamaria Tommasone, ha affermato di essere pronta a parlarne in qualsiasi momento. Intanto, la prefettura di Campobasso ha già assegnato tre richiedenti asilo allo Sprar di Venafro, mentre le strutture di prima accoglienza sono state svuotate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: