POLITICA – Caso dializzati, Calenda “Basta con comunicati inutili e polemici, ci si adoperi per i molisani”

Filomena Calenda
Boschi e giardini di Emanuele Grande
La Molisana Natale plastica
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Lo stop al servizio di trasporto per dializzati nella provincia di Isernia non sarebbe un atto del neo arrivato commissario ad acta alla sanita gen. Giustini che non sarebbe stato informato ma un provvedimento della stessa Asrem.

A rilevarlo è la consigliera regionale Mena Calenda.

“Se di equivoco si è trattato – conferma la Calenda però, questo è legato alle modalità e alla tempistica con cui l’Asrem ha comunicato la mancata proroga del servizio agli interessati per via telefonica e, per di più, solo lo scorso 24 dicembre. Sono certa che, qualora tale informazione fosse stata inoltrata qualche settimana fa e, soprattutto, per iscritto, attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno, tutto questo non sarebbe accaduto. In tal modo, probabilmente, si è preferito demandare la responsabilità, additandola al commissario Giustini. Resta il fatto che, ad oggi, gli stessi 27 dializzati ancora non ricevono nessuna comunicazione scritta della cessazione del suddetto servizio.

Appurato che tale provvedimento non sia partito dal generale Giustini chiedo allo stesso di intervenire, appena prenderà pieno possesso del suo ruolo, per risolvere tale problematica, affinché l’Asrem faccia dietrofront e torni a prestare assistenza domiciliare soprattutto ai malati che non sono autonomi. In questi giorni ho più volte ascoltato dirigenti dell’Azienda Sanitaria Regionale sostenere che attraverso la revoca del servizio e il rimborso di un quinto del carburante ai dializzati che quotidianamente devono raggiungere l’ospedale, è stato uniformato il servizio in tutta la regione. A mio parere, però, si tratta di un livellamento verso il basso, eliminando una prerogativa del Distretto di Isernia che sarebbe potuto essere preso d’esempio negli altri territori”

La Calenda conclude.

“Chiudo questa nota sollecitando chi continua a creare dissapori e bagarre all’interno della Lega molisana affinché, al posto di continuare a scrivere comunicati polemici e inutili, si adoperi concretamente per i molisani. Le soluzioni ai problemi di questa regione non possono essere trovate pubblicando post o scattandosi selfie sui social network”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
Agrifer Pozzilli
Esco Fiat Lux Scarabeo
Bar il Centrale Venafro
Edilnuova Pozzilli
error: