SVILUPPO DEL TERRITORIO – Albergo diffuso, Zes e Area di crisi complessa: l’incontro al Consorzio Industriale Isernia-Venafro

SVILUPPO DEL TERRITORIO – Albergo diffuso, Zes e Area di crisi complessa l’incontro al Consorzio Industriale Isernia-Venafro
Black&berries Venafro
franchitti interiors
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Pubblicità Molise Network

POZZILLI – Albergo diffuso e microricettività, Zes e Area di crisi complessa, questi gli argomenti trattati questa mattina dal presidente Donato Toma e dall’assessore regionale Vincenzo Cotugno.

L’incontro, tenutosi presso la sede del Consorzio per lo sviluppo industriale Isernia-Venafro, ha coinvolto le Amministrazioni locali, le imprese, i rappresentati della Camera di Commercio e delle Associazioni di categoria.

“Oggi parleremo di Zes, zona economica speciale, nella quale il Nucleo Industriale di Pozzilli rientra in buona percentuale, – ha spiegato il governatore Toma – parleremo di interventi in Area di Crisi Complessa e di Bando Microricettività. La Zes per noi è un’occasione unica da sfruttare, perché attira imprese per investimenti superiori ai 15milioni di euro. Il bando microricettività potrà stimolare il recupero delle abitazioni dei borghi molisani”.

Promuovere il turismo in Molise attraverso finanziamenti volti al miglioramento dell’offerta ricettiva, questo l’obiettivo principale del bando rivolto agli imprenditori del sistema albergo diffuso e ai titolari di strutture di microricettivià, come spiegato dall’assessore Cotugno.

“Un’opportunità per il territorio e per la regione Molise – ha detto Cotugno – ma soprattutto come sviluppo economico. 16 milioni di euro, a cui si aggiungeranno altri 4 milioni di euro nei prossimi giorni con un bando dedicato alla microricettività, proprio per rilanciare i centri storici del nostro Molise. Un’occasione per mettere in moto circa 30-40 milioni di euro sul territorio, che possano dare possibilità di lavoro anche ai professionisti, architetti, ingegneri, geometri, commercialisti, alle tante imprese artigianali e, soprattutto, potenziare l’offerta di ricettività nei centri storici. L’idea è quella dell’albergo diffuso, affitta camere, microricettività in genere. Sono esclusi i b&b perché è una misura per le imprese, per cui ci vuole la partita Iva”.

Un’opportunità da non perdere è anche la Zes, zona economica speciale, volta anch’essa allo sviluppo di imprese locali, in zone collegate ad un’area portuale, attraverso benefici fiscali e semplificazioni amministrative.

“Il presidente Toma – ha continuato l’assessore Cotugno – sta lavorando con la struttura per un ruolo importante della regione per quanto riguarda la Zes con la Puglia. Sembra che anche l’Abruzzo vada in quella direzione. È una grande opportunità soprattutto per la zona portuale di Termoli, sono in totale 516 ettari di terreno e contiamo di poter avere delle ricadute anche sugli altri nuclei industriali, come Pozzilli e Bojano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Ferrovie del Gargano
Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Ferrovie del Gargano
Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: