VENAFRO – Maltrattamenti bambini, Ricci: “La vicenda ha turbato l’intera città”

Alfredo Ricci
Assicurazioni Fabrizio Siravo
franchitti interiors
Black&berries Venafro
Pubblicità Molise Network

VENAFRO – Un episodio sconcertante che ha sconvolto l’intera città, quello verificatosi al “Don Giulio Testa” di Venafro.

La notizia ha suscitato diverse reazioni pervenute dal mondo politico e scolastico. Su quanto accaduto, quindi, interviene anche il sindaco Ricci a sostegno della sua comunità e alla preoccupazione di tanti genitori.

“La vicenda ha turbato l’intera città, come succede quando ad essere coinvolti sono i più deboli e indifesi, in questo caso bambini di 3 anni. -afferma Ricci

Confido nel lavoro degli Inquirenti, a cui voglio esprimere il ringraziamento per la solerzia, l’attenzione e la professionalità avute. Alle sedi processuali è rimessa la valutazione attenta dei fatti e delle eventuali responsabilità.

Ai genitori, molti dei quali da stamattina mi stanno contattando per informazioni, commenti, richieste, voglio dire che comprendo l’ansia e la preoccupazione, e chiedo di restare uniti.

La comunità scolastica di Venafro è sana e attenta alle esigenze formative ed educative dei nostri ragazzi. Tutti – dirigenti scolastici, corpo docente, collaboratori, genitori, amministratori – siamo impegnati per garantire ai nostri bambini e ragazzi una scuola di qualità. -continua il primo cittadino

È in momenti come questo, in cui molte certezze sembrano venire meno, che dobbiamo trovare la capacità di non disunirci e di lavorare tutti insieme, se possibile con maggiore vigore, per superare le difficoltà, andando oltre l’incredulità e la rabbia, che tutti insieme stiamo condividendo in queste ore.

Su questi temi è importante la prevenzione. Sento parlare di ipotesi di telecamere nelle classi, e credo che, per quanto possano essere un deterrente, il grande fratello non debba essere il vero rimedio risolutore. Credo che ci sia bisogno di un insieme di misure, puntando in primis sulla revisione del meccanismo di arruolamento degli insegnanti e su verifiche periodiche delle metodiche didattiche dagli stessi osservate.

I bambini, a partire dalle loro esigenze di protezione, sono la priorità di tutti. -conclude Ricci– Una priorità rispetto alla quale tutti dobbiamo tenere gli occhi sempre bene aperti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

franchitti interiors
Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

franchitti interiors
Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: