CALCIO – Dopo la sentenza di Francavilla, il Campobasso ancora più affamato. Domani contro la Jesina

Assicurazioni Fabrizio Siravo
franchitti interiors
Pubblicità Molise Network
Black&berries Venafro

CAMPOBASSO – La notizia relativa alla ripetizione della partita di Francavilla giunta in settimana non ha scombussolato più di tanto i piani di mister Bagatti.

Per lui conta vincere, che sia di domenica, di mercoledì o in una gara di recupero poco importa. Rimane certo l’amarezza di aver visto sfumare tre punti meritatamente sudati su un campo ostico come quello abruzzese. Al momento il presidente Circelli ha dichiarato di voler tentare il controricorso alla Corte Federale, per questo si stanno studiando filmati e carte così da provare il tutto per tutto. Sicuramente nei prossimi giorni ne sapremo di più. La squadra rimane carica e, in caso di ripetizione, si presenterà in Abruzzo con il dente ancor più avvelenato, questo è certo.

Senza distogliere troppo l’attenzione dal campo, mister Bagatti punta dritto alla Jesina. I marchigiani sono con la punta dei piedi nelle sabbie mobili dei playout: 24 punti conquistati che non fanno dormire sonni tranquilli ai biancorossi visto che la zona calda è distante un solo punto con il Forlì a 23. Partiti con ben altri obiettivi stagionali, i leoncelli arrivano da una sconfitta contro la Savignanese, una vittoria contro il Santarcangelo e due pareggi pesanti contro Recanatese e Notaresco. Un avversario non proprio facile che ha costruito in casa gran parte delle sue fortune. Solo 8, infatti, i punti conquistati fuori dal Pacifico Carotti di Jesi. I due attaccanti Bubalo e Trudo sono sicuramente gli elementi più rappresentativi di una rosa che ha cambiato molto nel corso del calciomercato di dicembre. Due arrivi su tutti: Villanova dal Pineto e Cruz dall’Este. Quest’ultimo vestirà i panni dell’ex di giornata avendo militato tra le fila rossoblù per due stagioni in lega pro, 2010-2012, segnando quattro reti.
Il Campobasso dovrà fare i conti con diverse assenze. Allo squalificato Lo Bello, ingiusta doppia ammonizione per lui a Forlì, si aggiungono capitan Danucci e Antonelli. Se il primo dovrà scontare la squalifica per somma di ammonizioni, il secondo dovrà stare fermo ai box in virtù della squalifica “azzerata” dopo la sentenza del giudice sportivo sulla gara di Francavilla (nell’occasione Antonelli era squalificato per somma di ammonizioni).
Un centrocampo da rifare dove molto probabilmente troveranno spazio Ranelli al centro, vista l’ottima prestazione in Romagna, e Di Paolo (o Salvatori) sulla destra. In difesa rientrerà Magri che affiacherà Marchetti in marcatura, sugli esterni ci saranno La Barba e Di Pierri ad assicurare copertura e sortite offensive. Rientreranno Leto e bomber Musetti, anche se quest’ultimo sarà a mezzo servizio e partirà quasi sicuramente dalla panchina. In avanti largo al trio delle meraviglie Alessandro-Giacobbe-Cogliati che bene sta facendo in questo scorcio di campionato.
Andrea Zita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: