SCUOLE SICURE – Campobasso, presentati i progetti dei nuovi plessi scolastici

mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
Boschi e giardini di Emanuele Grande
La Molisana Natale plastica

CAMPOBASSO – Sedici milioni di euro per costruirli e 10 anni per completarli. A cominciare dalla fine di quest’anno.

Tre plessi scolastici in special modo saranno costruiti ex novo secondo le norme architettoniche antisismiche  più avanzate e secondo le normative vigenti. Si tratta dei complessi al Cep nord in via Crispi e in via Leopardi.

Stamattina nell’aula del Consiglio comunale sono stati presentati i progetti arrivati a conclusione di un Bando di concorso di idee e quindi vinti dall’arch. Guglielmi per il Cep nord, dagli  studi Monaco e Gianfelice per via Crispi e dallo Josuè per la Petrone di via Alfieri e via Leopardi. Presenti il sindaco Battista amministratori comunali il Governatore Toma l’assessore regionale Niro.

Alla Don Milani di via Milano chiuso il corpo A nel 2016 per motivi di sicurezza saranno realizzate 14 aule che vanno ad aggiungersi alle 16 esistenti del corpo B già sistemate per una spesa di 400 mila euro. Riadeguamento, quindi, secondo le tecniche più avanzate con materiali innovativi usati per la produzione di energia e la realizzazione di spazi utili per la didattica fuori dalle aule e tempo libero. Al Cep nord  un accordo di programma firmato tra il Comune e una ditta locale che si assumerà l’onere della costruzione del plesso scolastico e di una serie di servizi e nuova viabilità, sorgerà un vero e proprio polo scolastico su 15 mila quadrati di terreno nella parte a valle di via Altobello alle pendici della collina di San Giovannello, compreso un palazzetto dello sport capace di ospitare manifestazioni sportive di carattere nazionale tra cui il calcio a 5.

Alla scuola Petrone prevista la costruzione di una palestra al posto del campo polivalente e una nuova riconfigurazione e sistemazione degli spazi esistenti. In via Crispi sarà realizzato un nuovo fabbricato al posto dell’attuale asilo con un civic center dove saranno programmate tutte le attività didattiche e sistemati anche gli alunni della “Guerrizio” che al momento si è trasferita in via Berlinguer.

Insomma una vera e propria rivoluzione urbanistica e riprogrammazione della logistica scolastica mentre i lavori della nuova scuola a Mascione inizieranno a giorni. Fra dieci anni, quindi, stando alle promesse del sindaco, tranne intoppi, la città dovrebbe avere plessi scolastici interamente nuovi di zecca tutti antisismici quelli ovviamente di proprietà comunale. Per l’occasione l’assessore regionale Niro ha spiegato anche come il Governatore Toma si sia adoperato a livello ministerialer per il recupero e il mantenimento nelle casse comunali degli 11 milioni di euro del Cipe che rischiavano se non impegnati di esssere ritirati dalle inizali destinazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Esco Fiat Lux Scarabeo
Bar il Centrale Venafro
Agrifer Pozzilli
Edilnuova Pozzilli
fabrizio siravo assicurazioni
error: