CALCIO – Campobasso Vs Notaresco, giornata rossoblù dedicata a Scorrano

Campobasso Calcio
Black&berries Venafro
Assicurazioni Fabrizio Siravo

CAMPOBASSO – Era domenica 22 febbraio 2009 quando venne a mancare la bandiera di una città e di una regione intera.

A dieci anni dalla scomparsa di Michele Scorrano, indimenticato capitano rossoblù, il Campobasso si trova dinanzi ad un bivio cruciale. In caso di vittoria i lupi si porterebbero a due punti dalla zona calda, quel quinto posto occupato proprio dal San Nicolò Notaresco insieme a Francavilla e Sangiustese. Nell’ipotesi negativa di sconfitta, invece, la zona playoff si allontanerebbe, ma a 9 giornate dal termine della regular season, in un girone equilibrato come il girone F, tutto potrebbe ancora accadere.

Per domenica, a sottolineare l’importanza dello scontro diretto, la società del presidente Circelli ha indetto la giornata rossoblù. Nessuna tessera sarà valida, dunque, per assistere al match. Potranno entrare gratis soltanto gli abbonati che hanno conservato il tagliando acquistato in occasione di Campobasso-Santarcangelo, gara giocata sul neutro di Trivento. In un video diramato dalla società sui propri canali, il numero uno rossoblù ha chiamato a raccolta tutto l’ambiente per supportare la squadra e ha confermato di voler chiedere il ripescaggio nel caso questo campionato dovesse concludersi con la coda lunga della post-season.

Tornando al match, l’avversario che giungerà al Romagnoli è una tra le migliori compagini del girone. 44 punti in classifica, 12 vittorie e 8 pareggi compongono il curriculum del team abruzzese nato dalla fusione delle società San Nicolò Teramo e Notaresco. Gli ospiti vantano anche il secondo miglior capocannoniere del raggruppamento, quel Minella che all’andata fu capace di bucare ben due volte la porta difesa da Sposito. La brutta sconfitta, maturata nei primi 4 minuti, costò la panchina all’ex trainer Mandragora. Ad oggi il Notaresco non sta passando un ottimo momento di forma. Due le sconfitte consecutive registrate ad Isernia e in casa contro l’ex corazzata Matelica.

Il punto racimolato da Giacobbe e compagni nelle ultime due partite sicuramente non soddisfa lo spogliatoio rossoblù che, sul campo, avrebbe meritato di più. Sfortuna e alcune decisioni arbitrali hanno pesato oltremodo sull’esito degli ultimi risultati che hanno portato, in ogni caso, il Campobasso a -5 dalle squadre di testa. Bagatti può contare su quasi tutti gli uomini della rosa. Soltanto Lo Bello rimarrà ai box per la squalifica sopraggiunta a causa dei quattrocartellini gialli collezionati. Ancora in forse Calzola, sempre alle prese con un fastidio muscolare. Lo schema sarà quello di sempre, classico 4-3-3 pronto ad aggredire gli ospiti. Sulla formazione ci sarà molto probabilmente qualche cambio. Tommasini, dopo aver giocato una buona gara a Pineto potrebbe lasciare il posto a Marchetti di fianco a Magri. Sulle fasce la Barba (ex di turno) e Antonelli che dovrebbe arretrare per fare spazio a Salvatori sulla mediana. Danucci e Di Lauri titolari inamovibili a centrocampo per assicurare fiato e passaggi filtranti per il trio delle meraviglie Giacobbe-Cogliati (o Musetti)-Alessandro.
Prevista una coreografia preparata dalla curva nord in onore di Michele Scorrano e una targa ricordo che verrà consegnata alla famiglia dello storico numero due campobassano. Fischio d’inizio posticipato di mezz’ora, alle 15, con il signor Cavaliere di Paola a dirigere l’incontro.

Andrea Zita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Aziende in Molise »

error: