ISERNIA – Accoltella un compagno nel bagno di scuola, minore denunciato per tentato omicidio

ISERNIA - Accoltella un compagno nel bagno di scuola, minore denunciato per tentato omicidio
Pubblicità Molise Network
Black&berries Venafro
franchitti interiors
Assicurazioni Fabrizio Siravo

CRONACA – Minore denunciato per tentato omicidio.

Un minore straniero ha accoltellato in più punti del corpo un connazionale in seguito ad un diverbio per futili motivi.

È accaduto oggi ad Isernia, presso un istituto scolastico del centro pentro.

Gli agenti della Squadra Volanti della Questura di Isernia, su segnalazione giunta al 113, sono intervenuti e hanno soccorso, con l’ausilio di un’ambulanza del 118 nel frattempo allertato, un minore straniero.

In particolare, un fendente ha colpito sotto la spalla sinistra il giovane che ha riportato altresì ferite sulle mani e sulla nuca.

Ai poliziotti si è presentata una scena molto cruenta in quanto il giovane aveva perso molto sangue che aveva intriso la felpa bianca che portava indosso, e altro era presente a terra e sui muri. Gli operatori, dopo aver richiesto l’intervento di una squadra specializzata in sopralluoghi della Polizia Scientifica, che ha provveduto a cristallizzare la scena del crimine, hanno individuato l’autore dell’aggressione, altro minorenne, che è stato condotto negli Uffici della Questura per gli accertamenti di rito.

Nel frattempo un’altra pattuglia in servizio di volante ha proceduto ad assumere le dichiarazioni dalle persone presenti ai fatti ed in grado di riferire circostanze utili alla ricostruzione della dinamica.

Nel corso della perquisizione, è stata rinvenuta anche l’arma del delitto, un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 15 cm che è stato sequestrato.

La vittima è stata trasportata presso il Pronto Soccorso del locale nosocomio e la ferita medicata e suturata.

D’intesa, con il P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Campobasso, competente per territorio e per materia, è stato deferito in stato di libertà l’aggressore, che già risultava in affidamento in prova in quanto responsabile di reati della stessa specie e successivamente veniva riaffidato al legale responsabile della comunità ove lo stesso era ospite.

La vittima, una volta formalizzata la denuncia, è stata affidata al responsabile della struttura, diversa dalla prima, ove lo stesso era ospite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

franchitti interiors
Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

franchitti interiors
Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: