REGIONE – Consiglio di domani, attesa frenetica. La sfiducia personale non esiste, cosa verrà fuori?

faga gioielli venafro isernia cassino
ristorante il monsignore venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
Maison Du Café Venafro

CAMPOBASSO – Sarà una lunga notte di incontri e scontri quella che è già iniziata la vigilia della convocazione del Consiglio regionale di domani.

L’appuntamento infuocato dalle due consigliere Calenda e Romagnuolo sulla questione Mazzuto,  ha portato turbolenze anche in tutte le forze politiche a sostegno del governo regionale e del presidente Toma.

Ma veniamo alla mozione preannunciata da due giorni dalle due consigliere regionali Calenda e Romagnuolo che quest’ultime dicono anche oggi di presentare domattina in aula. Un documento scoppiettante imprevedibile il cui contenuto e obiettivo così come definito dai suoi presentatori potrebbe generare situazioni le più impensabili sulla carta.

Rimanendo con i piedi per terra, tuttavia, la mozione di domani sarà che una contestazione e quindi un atto politico contro l’assessore Mazzuto,  azione rafforzata probabilmente da ulteriori pezzi della maggioranza oltre che dal  Pd  e dalle due leghiste. I  Cinque stelle fanno attendismo, aspettano di valutare l’atteggiamento dell’aula fino a conoscere la sostanza dell’iniziativa. Per essere accettata la stessa mozione deve passare attraverso tre votazioni. Prima per la sua iscrizione e già da qui si vedranno gli orientamenti delle componenti presenti in Consiglio, poi per l’iscrizione e quindi per il voto finale.

Che potrebbe essere, escludendo quello della sfiducia al Governo regionale che sembra un’ipotesi irreale visto che manderebbe anche tutti a casa, la formulazione, tenendo conto di quanto è nelle competenze dell’assemblea consiliare, di un invito al presidente Toma a rimuovere l’assessore a Mazzuto dal suo incarico. Non esiste, infatti, nello Statuto del Consiglio regionale una sfiducia personale o meglio per un singolo rappresentante della Giunta. Insomma domani ne potrebbe venir fuori solo una gran bagarre dove la mozione o un J’accuse alla francese, verbale e composito, occasione per tirare fuori tanti rospi tenuti nascosti in corpo fin qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: