CALCIO – Rossoblù a Montegiorgio per rialzarsi

Black&berries Venafro
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Pubblicità Molise Network
franchitti interiors

CAMPOBASSO – Servono tre punti per capire se questo Lupo può essere carne o pesce.

Se è vero che nove gare al termine sono abbastanza per tentare l’impresa, è vero anche che in caso di mancata vittoria il quinto posto potrebbe allontanarsi troppo per poter recuperare il gap. La società di Corso Vittorio Emanuele è tranquilla e il presidente Circelli ci ha tenuto a spronare ulteriormente i ragazzi appena dopo la sconfitta casalinga contro il Notaresco. Ci crede il numero uno rossoblù, vuole lasciare a tutti i costi la serie D che poco si confà alla struttura organizzativa messa in piedi nel capoluogo da sei mesi a questa parte. E con lui ci crede un ambiente che piano piano sembra aver ritrovato gli stimoli giusti per riavvicinarsi a squadra e società. Nessuno pensava che la corazzata di Bagatti vista all’opera fino a metà febbraio potesse racimolare un solo punto nelle ultime tre gare. Eppure un normale calo di tensione può starci, soprattutto dopo il cammino da primato intrapreso da Danucci e compagni a partire da dicembre. La trasferta di Montegiorgio saprà dirci di più: i 41 punti degli avversari lasciano intendere che le due squadre siano di pari livello, senza il -2 in classifica, infatti, il Campobasso sarebbe a braccetto proprio con i marchigiani.

L’indisponibilità del campo di Montegiorgio obbligherà i rossoblù a recarsi di nuovo sul sintetico di Monte San Giusto, lì dove si perse 4-2 contro la Sangiustese nella prima di campionato. Nelle ultime giornate i marchigiani sono stati scostanti, due sconfitte (Matelica e Savignano), due vittorie (Forlì e Santarcangelo) e un pareggio (Jesi) hanno ridimensionato le velleità dell’undici guidato da Massimo Paci (ex calciatore di Parma, Siena e Brescia). All’andata finì 1-1, gol di Antonelli al 92′, e fu la prima gara di Bagatti alla guida dei lupi. Tra le fila dei fermani era ancora disponibile bomber Sbarbati, autore di un bel gol a Selvapiana e di nove reti in totale, costretto al momento ad interrompere la sua carriera per gravi problemi di salute. Assenza pesante quella del bomber marchigiano che da solo ha segnato 1/3 delle reti messe a segno dall’intera squadra montegiorgese.

Su sponda molisana ci sarà l’imbarazzo della scelta per mister Bagatti. Torna Lo Bello dalla squalifica e Calzola è sembrato in buona forma nel rientro dall’infortunio. L’infermeria è vuota e la voglia di riscatto è palpabile negli allenamenti che i lupi svolgono sul terreno in sintetico di Ripalimosani. Nessuna sorpresa, quindi, in formazione. In porta verrà chiamato Sposito a guidare i centrali Marchetti e Magri, sulle fasce andranno Lo Bello e La Barba. A centrocampo, se Danucci e Di Lauri sembrano aver conquistato definitivamente la maglia da titolare, il ballottaggio sarà tra Salvatori, Di Paolo e Antonelli. In avanti la solita staffetta Musetti-Cogliati a contorno di Giacobbe e Alessandro. Arbitrerà Giacometti della sezione di Gubbio, calcio di inizio alle 14.30 a Monte San Giusto.

Andrea Zita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: