CALCIO – Il Campobasso a Montegiorgio da 0-2 a 3-2 a favore dei padroni di casa. Un punto in 4 gare, allarme!

CALCIO, Serie D, Campobasso, Rossoblù, cinque vittorie nelle ultime sei partite
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Pubblicità Molise Network
Black&berries Venafro
franchitti interiors

MONTEGIORGIO 3 – 2 CAMPOBASSO

24′ Alessandro (C)
37” Alessandro (C) su rigore
58′ Nasic (M)
63′ Mariani (M) su rigore
69′ Pellizzi (M)
MONTEGIORGIO (4-3-3): Menegatti, Vecchione, Ghiani, Biasiol, Passalacqua (41’ Calamita); Omiccioli, Albanesi, Rozzi (46’ Nasic); Pellizzi (88’ Baraboglia), Mariani, Marchionni (20’ Zancocchia)
A disposizione: Parente, Baraboglia, Malaigia, Zancocchia, Calamita, Vita, Nasic, Tracanna, Moreschini
Allenatore: Massimo Paci
CAMPOBASSO (4-3-3): Sposito, Lo Bello, Magri, Marchetti, La Barba; Danucci, Di Lauri (65’ Musetti), Islamaj (64’ Antonelli); Giacobbe (83’ Leto), Cogliati, Alessandro
A disposizione: Cutrupi, Tommasini, Di Pierri, Calzola, Ranelli, Antonelli, Leto, Musetti, Minchillo
Allenatore: Massimo Bagatti
Arbitro: Scardovi di Imola
Ammoniti: Cogliati (CB); Pellizzi, Zancocchia (M)
Note: 200 spettatori, 50 da Campobasso. Recupero 4’-5’.
CAMPOBASSO – Tre gol in dieci minuti. E dal 0 a 2 a favore del Campobasso si è passati in circa mezz’ora sul 3 a 2 per il Montegiorgio squadra niente eccezionale dopo una serie di errori e incertezze in difesa il vero punto debole di questa squadra che evidentemente  perde concentrazione nei momenti in cui deve stringere i denti complice anche un assetto di squadra che Bagatti non riesce a saldare quando bisogna proteggere il risultato. E così dopo 13 risultati utili consecutivi siamo ritornati a quelli della gestione Mandragora o ancora peggio:un punto in 4 gare, di questo passo altro che play off!  Si cominci a fare punti per arrivare quanto prima alla quota salvezza perché da qui in avanti il Campobasso dovrà affrontare le squadre più forti del girone Cesena e Matelica comprese! E la società non distribuisca troppi “dolcetti” a questa squadra. Non ci si inventi alibi ogni partita, queste partite come quelle precedenti si vincono altro che storie, le avversarie non erano nessuno.                                Aldo Ciaramella
MONTE SAN GIUSTO – Era iniziata benissimo. Il Campobasso del primo tempo è stato forse uno dei migliori visti all’opera in trasferta: fraseggi, pressing e azioni da gol che hanno fruttato il meritato vantaggio con la doppietta di Alessandro. Dal 46’ è iniziata un’altra gara, purtroppo per il lupo. Sul 2-1 la paura ha preso il sopravvento, le gambe si sono fermate e il Montegiorgio ha iniziato a guadagnare metri importanti riuscendo a rimontare un risultato quasi impossibile.
Solita partenza flash di Danucci e compagni che mettono sotto i marchigiani in lungo e in largo. L’assenza di Sbarbati nella squadra ospite si fa sentire eccome. Nei primi 45 minuti, infatti, il reparto offensivo di casa non riesce ad impensierire particolarmente Sposito. A turbare i deifensori di casa nei primi minuti ci pensano Cogliati, imprendibile, e Alessandro, capace di capitalizzare al massimo il gioco impostato da Giacobbe, Danucci e Islamaj. Proprio da un’iniziativa personale di Cogliati nasce il primo gol di Alessandro: il 70 campobassano supera tre avversari e serve il bomber argentino che realizza facile facile davanti a Menegatti. È il 24’ e il Campobasso passa meritatamente in vantaggio. Dopo quindici minuti la dodicesima marcatura stagionale di Alessandro arriva su rigore: Danucci lancia Cogliati, BIasol atterra l’attaccante milanese che si dimostra essere il più in forma dei suoi. 2-0 e partita virtualmente chiusa.

Virtualmente, dicevamo. I rossoblù ospiti non realizzano con Giacobbe ad inizio secondo tempo e in dieci minuti accade di tutto. Al 58’ il neo entrato Nasic indovina il tiro della domenica e infila sotto il sette, al 64’ Magri tocca con la mano in area non lasciando scelta a Scandovi di Imola: rigore e Mariani spiazza Sposito dagli undici metri.

Al 68’ accade quello che tutti i tifosi ospiti presenti avrebbero voluto evitare. Il Campobasso non capitalizza un ottimo contropiede di Alessandro e sul cambio di fronte Pellizzi raccoglie palla e scarica un gran tiro nella porta ospite. Sposito può solo guardare la palla oltrepassare la linea. 3-2 e padroni di casa al settimo cielo.
Non accade praticamente più nulla, neanche l’ingresso di Musetti riesce a riportare i suoi sui binari del pareggio.
Brutta sconfitta soprattutto per il morale del team targato Bagatti. A fine partita il mister modenese ammette il calo psicologico dei suoi e, in vista della pausa di domenica prossima, è pronto a far lavorare sodo l’intera rosa. Servono sei punti per la tranquillità in classifica ed è necessario riconquistare quella fame di vittoria palesata fino a quattro giornate fa.                                                                                                         Andrea Zita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: