TURISMO NASCOSTO – Un manuale di Unimol su “Terre invisibili” e aree interne del Molise

Salcito
pasta La Molisana
DR F35 Promozione
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
DR 5.0 Promozione
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro

CAMPOBASSO – Nel 2012 l’Università del Molise ha firmato un Protocollo d’intesa con 26 Comuni del territorio regionale prototipo più interno, compreso tra i fiumi Trigno e Biferno.

Tali municipalità (tutte in provincia di Campobasso) sono: Acquaviva Collecroce, Castelbottaccio, Castelmauro, Castropignano, Civitacampomarano, Duronia, Fossalto, Guardialfiera, Limosano, Lucito, Lupara, Mafalda, Montefalcone del Sannio, Montemitro,  Montenero di Bisaccia,  Palata, Pietracupa, Roccavivara, Salcito, San Biase, San Felice del Molise,  Sant’Angelo Limosano, Tavenna, Torella del Sannio e Trivento.

Uno strumento di un utile rapporto di collaborazione per lo studio, la tutela, la valorizzazione del patrimonio locale, effettuato pure  per l’individuazione di percorsi di sviluppo incentrati sulla migliore  fruibilità turistica del territorio, anche con lo scopo di individuare nuove opportunità di lavoro e nuove occasioni di impresa, specialmente per le nuove generazioni  più abili ad usare gli attuali  mezzi della comunicazione sociale, assai efficace a  livelli “glocal” (globali e locali).

I risultati sono condensati, a cura di Monica Meini, nel libro “TERRE INVISIBILI – Esplorazioni sul potenziale turistico delle aree interne” dato alle stampe tre mesi fa, nel dicembre 2018, e diffuso dalla casa editrice calabrese Rubbettino il quale pubblica  da qualche tempo  tutti i volumi prodotti da ArIA (Centro di ricerca per le aree interne e gli Appennini) dell’Unimol, cioè  una serie di studi che possono essere utilizzati a 360 gradi da chiunque sia interessato allo sviluppo delle cosiddette “aree interne” italiane, dalle Alpi alle Isole e, in particolare, sugli Appennini.

Sono libri e manuali assai preziosi per aiutarci a valorizzare al massimo possibile borghi e territori bellissimi (spesso struggenti) ma purtroppo spopolati o troppo nascosti, inserendoli in circuiti internazionali e, specialmente, in un turismo sostenibile ed alternativo, fatto prevalentemente per intenditori  o amatori che possano apprezzare e godere delle speciali peculiarità  territoriali, lontani dal turismo di massa. Un turismo per innamorati di natura e valori genuini che potremmo definire “antropologico”, “profondo” e “affettuoso”.

Il libro “Terre invisibili” aiuta sapientemente e anche ”scientificamente” a salvare le aree interne di ogni tipo (appenninico, alpino, isolano, ecc.) segnalandoci, intanto, tutte le leggi, le opportunità, gli enti e i paradigmi oggi in atto per non essere o sentirsi soli (economicamente, normativamente, socialmente, ecc.) in una qualsiasi impresa, piccola o grande, adatta al proprio lavoro e alla valorizzazione del nostro ambiente.

Quindi, spiega come trattare i temi professionali del potenziale attrattivo, della “governance” orizzontale partecipata, della destagionalizzazione e capillarizzazione del soggiorno o della vacanza, dei facilitatori turistici, del marketing territoriale, dei consorzi o dei sistemi intercomunali, di come risolvere l’invisibilità dei territori, di come ogni residente o emigrato possa diventare “ambasciatore” del proprio borgo, della psicologia del turismo e dei multi-indicatori di eccellenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
panettone di caprio
Futuro Molise
panettone artigianele natale di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
panettone di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: