SOLIDARIETA’ – A Roccamandolfi arrivano le Pigotte Unicef

Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Boschi e giardini di Emanuele Grande

ROCCAMANDOLFI – Solidarietà e beneficenza a Roccamandolfi. Sabato 23 marzo alle ore 11 infatti, presso la ex cappella di San Gaetano, avrà luogo la cerimonia di consegna delle Pigotte UNICEF ai bambini nati nel 2018.

Con l’adesione al progetto UNICEF “Per ogni bambino nato, un bambino salvato” proposto dal Comitato Provinciale di Isernia, l’Amministrazione Comunale di Roccamandolfi darà il benvenuto ai nuovi cittadini donando le Pigotte alle famiglie dei piccoli. Con l’adozione delle bambole di pezza dell’UNICEF, l’Amministrazione contribuirà ad aiutare i bambini in un’altra parte del mondo a crescere sani grazie alla somministrazione di kit salvavita e a ridurre il pericolo di mortalità infantile nei primi 5 anni di vita.

Ogni Pigotta adottata diventa, così, un simpatico regalo di benvenuto ai piccoli, ma soprattutto è un concreto gesto di solidarietà.

Con l’occasione il Sindaco Giacomo Lombardi e la Dott.ssa Claudia Succi, Presidente del Comitato UNICEF Isernia, illustreranno il progetto e vivranno insieme alla comunità un momento di riflessione all’insegna della solidarietà.

Al termine della cerimonia, il Comitato UNICEF consegnerà all’Amministrazione un attestato di ringraziamento e darà ai genitori una lettera di felicitazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

Colacem Sesto Campano
momà

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

Colacem Sesto Campano
momà

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Edilnuova Pozzilli
Agrifer Pozzilli
Esco Fiat Lux Scarabeo
fabrizio siravo assicurazioni
Bar il Centrale Venafro
error: