LIBERTA’ DI STAMPA – Celebrata la Giornata mondiale, in Molise situazione occupazionale preoccupante

editoria, giornalismo, informazione locale
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Oggi è stata celebrata in tutte le piazze italiane la XXVI^ Giornata mondiale della libertà di stampa, indetta dalle Nazioni Unite nel 1993 per richiamare l’attenzione sull’importanza dell’informazione e lanciare un appello contro i tagli e i bavagli che i giornalisti di tutto il mondo subiscono continuamente.

Riprendiamo alcune considerazioni del presidente della Federazione nazionale della stampa Giuseppe Giulietti rilasciate alle Agenzie di stampa.

“Quella di oggi è un’ occasione per rilanciare ancora una volta l’appello contro i tagli e i bavagli in Europa e in Italia. Quando si tagliano le voci delle differenze, penso a Radio Radicale e alle emittenti locali, all’Avvenire e al Manifesto, si prende una strada al termine della quale sono messe in discussione le liberta’ di tutti i cittadini”.

Una situazione quella della libertà di stampa che ha presentato negli ultimi tempi occasioni ed episodi che rivolgono amaramente lo sguardo al passato. Una classifica internazionale in questa direzione e la relazione del Consiglio europeo configurano un’attenzione particolare alla situazione italiana alla pari di quelle ungherese e dei paesi dell’est. Sebbene tanto c’è comunque la volontà e la forza per portare le proposte dei giornalisti al Tavolo aperto con il governo per organizzare iniziative pubbliche di piazza come quella già annunciata  del 14 maggio al teatro Adriano a Roma. Non poteva mancare in questa Giornata Dedicata il ricordo a quei giornalisti che hanno perso la vita in agguati in tutto il mondo perché scomodi, quelli sotto scorta perché sottoposti a sorveglianza per minacce ricevute quelli precari senza lavoro.

Il Molise stamane con una rappresentanza dell’Ordine dei giornalisti ha manifestato in piazza Municipio insieme ai colleghi della regione, per la verità pochissimi presenti, evidentemente scoraggiati per una situazione che non trova vie d’uscita soprattutto sul fronte di contratti di lavoro e di collaborazioni degne di tal nome causa l’indifferenza del pubblico che ancora non riconosce interventi finanziari sufficienti all’editoria necessari pera creare una maggiore tutela aduna professione roccaforte insostituibile della democrazia.

L’iniziativa locale organizzata dai consiglieri Bertone e Lupo ha avuto soprattutto lo scopo di sensibilizzare l’istituzione regionale a supportare in tempi rapidissimi la promozione finanziaria, attraverso una giusta scaletta di attribuzione di contributi, alle testate giornalistiche che siano tv carta stampata e web, tutte quelle strutture editoriali che oggi mantengono un sano equilibrio di una conoscenza formativa della notizia che rappresenta il fondamento dell’informazione. Il consigliere dell’Ordine Antonio Lupo in tal senso ha invitato la Regione a fare subito quanto più volte aveva promesso nelle riunioni che si sono succedute da qualche anno a questa parte, in modo veloce perché in un sistema così sguarnito ci sono giornalisti pubblicisti e professionisti che non sono garantiti su nulla con proventi con i quali non riescono neppure a sbarcare il lunario. Una situazione di profonda crisi che coinvolge editori e loro dipendenti, i giornalisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
festa della donna, telefono rosa, colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua
festa della donna, telefono rosa, colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: