SCUOLA – I sindacati scendono in piazza. Raccolta firme. “No alla regionalizzazione dell’istruzione”

Protesta scuola sindacati
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita

CAMPOBASSO – No alla regionalizzazione della scuola. A sostenerlo al Flc Cgil scuola che oggi insieme altre sigle sindacali di settore aprirà una raccolta firme per evitare il regionalismo scolastico differenziato.

Un tentativo  che sottolinea la Flc Cgil trova le sue radici nell’iniziativa di alcune Regioni del nord quali Emilia Romagna, Lombardia e Veneto che hanno chiesto al Governo un allargamento della loro autonomia su varie materie e tra queste anche quella su istruzione e formazione.

L’obiettivo di queste Regioni, condiviso dal Governo, è quello di regionalizzare la scuola pubblica attualmente gestita unitariamente dallo Stato.

“Un paese che vuole uscire dalla crisi e innalzare il livello di istruzione generale, deve unificare anziché dividere le sue forze!  – rileva Giuseppe La Fratta segretario regionale di Cgil scuola

Regionalizzare la scuola pubblica significa:

  • avere 20 sistemi scolastici, uno per ogni regione, con un inevitabile aumento del divario tra nord e sud;
  • consentire che nascano istituti e studenti di serie A e di serie B a seconda della ricchezza delle Regioni;
  • cancellare il Contratto nazionale dei lavoratori della scuola attraverso differenziazioni stipendiali e di lavoro;
  • assumere i docenti con regole variabili da regione a regione;
  • sottomettere le scuole alle scelte politiche ed economiche di ogni singolo Consiglio regionale;
  • costruire organi collegiali diversi per ogni regione.

Regionalizzare la scuola significa frantumare il sistema scolastico nazionale e la cultura stessa del paese!”

Per questi motivi FLC CGIL Molise CISL Scuola e UIL Scuola RUA, domenica 5 maggio 2019, in P.zza Vittorio Emanuele a Campobasso dalle ore 10.00 alle ore 13.00organizzeranno una raccolta straordinaria di firme a sostegno della petizione contro l’autonomia differenziata del sistema scolastico nazionale.

Un’ occasione per la Flc Cgil , per informare e discutere con tutta la cittadinanza su una tematica che ad oggi è poco conosciuta, ma che rischia di minare l’unità della scuola e quindi del paese.

Tale iniziativa proseguirà nel mese di maggio  in tutte le scuole tramite le assemblee, mentre verranno allestiti banchetti informativi che coinvolgeranno tutta la cittadinanza anche ad Agnone, Isernia, Venafro e Termoli.

“Con queste iniziative  – conclude La Fratta – ribadiremo ancora una volta la nostra volontà di fermare un pericoloso processo intrapreso e di avviare un confronto con tutti i soggetti istituzionali e sociali.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: