AMBIENTE – Inquinamento da plastica in mare, se ne parla all’Unimol

Assicurazioni Fabrizio Siravo
Black&berries Venafro

TERMOLI – “Inquinamento da plastica in mare: origini, conseguenze, problematiche giuridiche, possibili soluzioni”, se ne parla domani alle 15 presso l’aula Adriatico dell’Università degli Studi del Molise, sede di Termoli.

Il convegno è stato organizzato dall’Unimol, dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di Campobasso, dal Corpo della Capitanerie di Porto-Guardia Costiera e dal Centro Studi Molisano nell’ambito di una consolidata e duratura attività di collaborazione fra diverse importanti istituzioni locali che nel corso degli anni ha consentito lo svolgimento di numerosi eventi e di iniziative culturali e scientifiche di notevole rilievo.

La tematica oggetto dell’incontro risulta di grande attualità, tenuto conto che alla luce dei dati più attendibili la plastica costituisce circa il 90% di tutte le tipologie di rifiuti dispersi in mare. I rifiuti di materia plastica non soltanto danneggiano irreversibilmente gli ecosistemi marini ma determinano anche serie conseguenze per la salute umana. Difatti, le microparticelle di plastica finiscono per essere ingerite dagli organismi acquatici per poi tornare in circolazione sulla terraferma tramite la vendita al consumo dei prodotti della pesca. In questo particolare momento storico si assiste ad una vera e propria mobilitazione generale e globale volta a tracciare dei percorsi in grado di fornire, in prospettiva, delle risposte attendibili alla grave minaccia costituita dall’inquinamento da plastica per il nostro pianeta e per l’intera popolazione mondiale.

Al convegno parteciperanno il Magnifico Rettore, prof. Luca Brunese, il Direttore del Dipartimento Giuridico, prof. Michele della Morte, il Direttore dellUnità Locale di Ricerca del Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare (CO.N.I.S.MA.) istituita presso lUnimol, prof. Giuseppe Reale, il Direttore Marittimo dell’Abruzzo Molise ed Isole Tremiti della Capitaneria di Porto Guardia Costiera, C.V. (CP) Donato De Carolis, e il Comandante della Capitaneria di Porto Guardia Costiera di Termoli, C.F. (CP) Francesco Massaro.

Presidente e moderatore dell’incontro sarà il Dott. Guido Rispoli, Procuratore Generale presso la Corte di Appello del Molise.

Di grande interesse gli argomenti trattati nelle varie relazioni. Il prof. Giuseppe Reale terrà una relazione sul tema “La protezione dellambiente marino dallinquinamento: problematiche giuridiche e quadro normativo di riferimento.
Seguirà la relazione del dott. Federico Scioli, Giudice per le indagini preliminari presso, il Tribunale di Larino, dal titolo Strumenti di prevenzione e repressione nella lotta all’inquinamento da plastica.
Successivamente, è previsto l’intervento del T.V.(CP) Carlo Augusto Cipollone, Capo Servizio Operazioni della Capitaneria di Porto Guardia Costiera Termoli, sul tema “Risvolti Marittimi del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152: Norme in materia Ambientale – Campagna PLASTICFREE della Guardia Costiera”.
La seconda parte del convegno sarà scandita dalle relazioni della prof.ssa Maria B. Forleo, sul tema “Cibo, acqua, turismo e salute pubblica: sinergie tra enti ed istituzioni plastic free, del prof. Davide Marino, dal titolo La Marine Strategy in Italia: impatto ambientale ed economico e, infine, della prof. Maria Carla de Francesco, sul tema Aree protette costiere: osservatori speciali dei rifiuti spiaggiati e del loro impatto sull’ambiente”.

Al termine del convegno si aprirà uno spazio di discussione e di dibattito, con la possibilità di interventi e di domande da parte del pubblico e degli operatori del settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Aziende in Molise »

error: