EX ITTIERRE – Riassunzioni, Fanelli “La premialità non era prevista, abilitata grazie a Cotugno”

DR F35 Promozione
eventi tenuta santa cristina venafro
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud
DR 5.0 Promozione
ristorante il monsignore venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana

CAMPOBASSO –  La proposta di Toma e di 11 consiglieri di destinare agli ex dipendenti Ittierre i 5 milioni di euro previsti per il comparto tessile nelle aree di crisi alle aziende che decideranno di assumere le ex maestranze Ittierre viene contestata o meglio porecisata dalla consigliera regionale Micaela Fanelli.

“Il Presidente afferma che la misura della premialità era già prevista, ma purtroppo non è così. Ed è facile comprenderlo, dal momento che la delibera di giunta regionale 185\2019 non prevedeva alcuna premialità. E solo a seguito della mozione presentata in Consiglio, della lettera indirizzata al Presidente della Giunta e soprattutto grazie all’Assessore Cotugno che, immediatamente ha raccolto la sollecitazione martedì in aula e chiedendo di procedere alla correzione che la previsione è stata inserita. Bene per i lavoratori, al di là del chi e quando, che erano stati presenti al Consiglio e fiduciosi. Ora attendono giustamente che le altre soluzioni prospettate vengano attuate a partire da continuità per gli ammortizzatori”.

Nello specifico, i Consiglieri Fanelli, Facciolla, Iorio, Scarabeo, Calenda, Greco, Nola, Manzo, De Chirico, Fontana e Primiani hanno chiesto alla Giunta regionale, a seguito dell’indirizzo assunto con DGR 185 del 28 maggio 2019 “Avviso pubblico – scheda intervento – Area tematica sviluppo economico e produttivo – FSC 2017/2020” di utilizzare i 5 milioni di euro previsti per il comparto tessile per garantire il reinserimento lavorativo degli ex Ittierre, destinando i fondi alle imprese che decideranno di assumere le ex maestranze Ittierre, già formate e titolari di tutte le competenze necessarie, favorendo altresì la loro uscita dal regime di ammortizzatori sociali e rendendo loro la dignità di un lavoro stabile e giustamente retribuito.

Secondo i Consiglieri firmatari, infatti, l’avviso potrebbe essere finalizzato specificamente alle imprese che chiedono l’incentivo impegnandosi ad assumere ex lavoratori ovverosia – in subordine – aperto a tutte le imprese che intendono investire nel tessile, ma dando un punteggio prioritario significativo a quelle che assumeranno ex lavoratori Ittierre e in ragione del numero degli stessi. Formalmente, inoltre, potrebbe essere necessaria una nuova delibera o unicamente una puntualizzazione con l’inserimento di criteri di priorità attualmente non previsti nella “Scheda intervento”.

Solo così, conclude Micaela Fanelli, il secondo punto della relazione discussa ieri in Consiglio, che impegna moralmente e politicamente l’intera Assise e l’intera Istituzione regionale, e che riguarda un orizzonte di lavoro degno, troverebbe una corretta attuazione: al di là dei formalismi, sarebbe una concreta, immediata e significativa risposta!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
Futuro Molise
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
Futuro Molise
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: