CAMPOBASSO – Corpus Domini, il giorno dopo: il sindaco Gravina racconta l’emozione e l’attesa

Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro
ristorante il monsignore venafro
DR F35 Promozione
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
DR 5.0 Promozione
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CAMPOBASSO – Fine del Corpus Domini.

Tutto è filato liscio tranne qualche polemica spicciola colta domenica mattina legata alla logistica e ai permessi di accesso al parterre delle autorità locali e ospiti presso la Casa comunale che poco ci interessano e che da sempre caratterizzano questo desiderio di stare sempre lì in prima fila, della serie: “Perché lui o lei e io no?”

Per noi non fanno più cronaca, tranne però un trattamento poco opportuno cordiale e accogliente alla stampa tenuto nell’atrio del Comune, stampa “vigilata” e sbattuta di qua e di là, mettiamola così, perché siamo all’inizio della consiliatura comunale senza aggiungere altro. Un episodio di cui siamo certi Gravina ne prenderà il controllo e che confermiamo non dovrà accadere in futuro ritorcendosi su professionisti e cronisti che sacrificano le feste lasciando le proprie famiglie per fare informazione.  Andiamo sul positivo.  Ha fatto buona  cronaca, invece, una giornata dove ottima è stata l’organizzazione di alcuni servizi e soprattutto quello della sicurezza legato a tutte le misure messe in campo per l’avvenimento. E la cosa sorprendente, del resto come gli altri anni, che stamane alle prime luci dell’alba la città è stata ripulita in tutti i suoi angoli e restituita al suo ordine feriale. Complimenti anche a chi ha lavorato da mezzanotte in avanti per arrivare a tanto.

Certo le cose da correggere sono molte. Va ripensato soprattutto il senso di una giornata  di “mercatone urbano” probabilmente da ricondurre altrove che copre una città da riportare  al verde ai fiori ai suoi alberi e alla “ariosità” della sua particolare architettonica e al gusto di provinciale intima e accogliente in un giorno di festa di questo tipo che non deve essere, perciò, una fiera copri-tutto  ma la copertina di una città, spaziosa luminosa colorata più vivibile in particolare nei giorni che precedono la sfilata dei Misteri e ci auguriamo per il futuro.

Un campobassano che ringrazia i campobassani. Siamo felici doppiamente per questo filo genetico demografico e territoriale che unisce il primo cittadino agli abitanti della sua città che non è molto facile riscontrare in molte Amministrazioni locali considerato spesso la variegata provenienza di eletti le cui radici non sono cresciute nel tessuto urbano di riferimento elettorale. Il sindaco Roberto Gravina esprime la sua gioia da campobassano doc ai suoi cittadini e racconta che

“Sono state giornate intense, con emozioni condivise con tutti voi cittadini di Campobasso e con quanti sono venuti a visitare la nostra città in occasione di questo Corpus Domini appena concluso.

Il mio primo ringraziamento va a alla nostra città, a Campobasso, e a quanti vivono e lavorano qui per migliorarla giorno dopo giorno, anche quando la festa finisce.

Al ministro Luigi Di Maio che ha mantenuto la sua promessa di tornare a Campobasso per la sfilata dei Misteri, al ministro Elisabetta Trenta sempre vicina alla nostra città e alla nostra regione, al nostro vescovo Monsignor Bregantini e a tutte le autorità religiose, politiche, civili e militari, va la mia più grande e sincera riconoscenza, così come all’amministrazione comunale uscente per l’allestimento del cartellone degli eventi.

Il Corpus Domini a Campobasso si ripete ogni anno per merito del lavoro di tanti: dell’Associazione Misteri e Tradizioni, dei dipendenti comunali, delle forze dell’ordine e di tante altre associazioni. Il tutto viene diffuso e veicolato dagli organi di stampa che ringrazio per il loro impegno e lavoro in questi giorni pieni di eventi e attività.

Preservare e lavorare per accrescere la nostra tradizione più sentita è compito di tutti noi.

Per farlo, da parte nostra come amministratori, non bisogna sentirsi infallibili, ma puntare a migliorare per il futuro ogni aspetto di ciò che necessita di attenzioni migliori di quelle che abbiamo potuto e saputo mettere in atto in questi giorni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
Futuro Molise
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: