SANITA’ – Problematiche sulla sanità e la questione Giustini, Toma a Roma da Giorgetti

REGIONE - Toma dal sottosegretario Giorgetti È stato un incontro proficuo
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
DR 5.0 Promozione
pasta La Molisana
Maison Du Café Venafro
DR F35 Promozione
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO –  Doppio appuntamento istituzionale, oggi a Roma, per il presidente della Regione Molise, Donato Toma.

In mattinata, il Tavolo sul Contatto istituzionale di sviluppo (CIS) come abbiamo riportato in altra parte del giornale. Com’è noto, sono 220 i milioni di euro che la Cabina di regia per le politiche di coesione ha assegnato al Molise, a fronte delle proposte progettuali presentate che assommano a poco più di 2 miliardi di euro.

«Sono duecentocinquantuno – spiega il presidente Toma – i progetti selezionati. Martedì prossimo dovremmo avere una riunione conclusiva delle istruttorie per procedere, poi, alla  formulazione della graduatoria».

Nel pomeriggio, invece, come anticipato nel corso della conferenza stampa di sabato scorso, Toma ha incontrato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Giancarlo Giorgetti, al quale ha posto alcune questioni inerenti l’emergenza sanità in Molise e la posizione del commissario Giustini con cui il conflitto istituzionale con la presidenza della Giunta regionale ormai trova terreno di scontro molto serrato e privo di sbocchi su tutte le tematiche della sanità. Il tema del Punto nascita di Termoli al primo posto nel confronto con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e domani la questione Toma la affronterà anche nella Conferenza Stato Regioni dove tenta di tracciare un percorso amministrativo comune anche da altre Regioni che permetta il ripristino della neonatologia al San Timoteo di Termoli.

«È stato un dialogo schietto e proficuo – sottolinea Toma – e il sottosegretario è ben informato sulla situazione sanitaria molisana. Ha preso atto che il commissariamento non ha fatto registrare passi avanti e che la situazione appare in regresso anziché in progresso».

«Gli ho preannunciato – conclude il governatore – richieste precise in ordine ad una revisione dei ruoli commissariali ed alla necessità che il Governo riduca, da cinquecento a trecento, il numero minimo dei parti per il mantenimento dei Punti nascita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: