CAMPOBASSO – Consiglio comunale, il sindaco Gravina non appare interessato alla carica di Presidente della Provincia

ristorante il monsignore venafro
pasta La Molisana
DR 5.0 Promozione
DR F35 Promozione
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro

CAMPOBASSO – Il sindaco Gravina di Cinque stelle non è interessato a partecipare alla corsa per l’elezione da presidente della Provincia di Campobasso.

Sebbene l’ex sindaco Battista e altri tre consiglieri di minoranza Chierchia Salvatore e Trivisonno abbiano presentato in Consiglio comunale nella seduta odierna del Consiglio comunale una mozione in tal senso, che comunque non è passata.

Su questo punto il sindaco Gravina ha preso la parola per chiarire la posizione sua e della maggioranza.

“Le Province così come oggi sono regolamentate hanno grosse difficoltà operative. La storia politica recente è frutto anche di errori come la sottovalutazione delle finalità degli enti locali e territoriali. Inutile però impostare discorsi su queste problematiche solo per  finalità politiche contingenti, legate magari alla carica di presidente della provincia di Campobasso.

Servono soluzioni alle difficoltà gestionali prima di avere nostalgie per ciò che era perché, piaccia o no, l’evoluzione costituzionale è e sarà sempre in atto. In Parlamento c’è una riforma in merito sulla quale si sta discutendo e in virtù di ciò riteniamo sia il caso di dare il tempo alle istituzioni per compiere i confronti necessari a sciogliere nodi e dubbi prima di prendere una decisione, ben consapevoli della nostra posizione passata e del nostro attuale ruolo di forza di governo a livello locale e nazionale.”

La mozione della minoranza di sinistra alla fine della discussione in aula consiliare non è passata, respinta con 20 voti contrari il M5S, 4 a favore compreso il voto della D’Alessandro della Lega che ha confermato come il suo giudizio si attagli ad un diritto che la legge consente  e 6 astenuti. Naturalmente la posizione di Battista e del Pd potrebbe essere di continuità a quanto è accaduto per il ballottaggio al Comune di Campobasso  in cui evidentemente una parte della sinistra del partito democratico si è schierata con il M5S e da qui ora cerca di sbarrare la strada al centrodestra nella corsa a palazzo Magno. I voti per la votazione del presidente della Provincia, ora retto dalla facente funzioni Simona Contucci, da rinnovare dall’11 settembre in poi, tre mesi dopo l’uscita di Battista,  come si sa è un voto ponderato in base agli abitanti del Comune dove si è stato eletto quindi i consiglieri del Comune di Campobasso e soprattutto quelli dei Cinque stelle con 20 rappresentanti a palazzo San Giorgio potrebbero condizionare in maniera determinante il risultato finale .

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
colacem
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
colacem
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: