FORESTALI – Ripresa dei lavori il 18 luglio. L’Usb sospende la protesta davanti la Giunta regionale

operai forestali
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
DR 5.0 Promozione
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Maison Du Café Venafro
DR F35 Promozione

CAMPOBASSO – Forestali, protesta rientrata.

Stamattina convocati dai vertici dell’Arsarp Molise è stato loro comunicato che da lunedì 15 luglio 2019, finalmente partirà il servizio antincendio boschivo 2019, che prevede l’impiego di 80 unità lavorative dislocate nei vari nuclei sull’intero territorio regionale, e che entro giovedì 18 luglio 2019 saranno liquidate le spettanze del mese di maggio 2019.

“Arsarp Molise – commenta l’Usb Molise – grazie al nostro impegno profuso quotidianamente, procederà, con risorse proprie, in attesa che AGEA in tempi abbastanza brevi trasferisca i 2,5 milioni di euro della sott.mis.8.5 del PSR 2014-2020, al pagamento delle spettanze del mese di maggio 2019.

La nostra perseveranza ha portato al raggiungimento di una rapida soluzione della situazione di stallo che si era creata relativamente ai pagamenti, la ripresa delle attività lavorative, tempistiche e modalità del servizio antincendio boschivo.

L’obbiettivo adesso deve essere quello di garantire agli operatori idraulico forestali una continuità lavorativa a medio termine, immaginiamo almeno fino la scadenza del PSR 2014-2020, in modo da poter ripartire, successivamente, con una seria e oculata programmazione del nuovo Piano di sviluppo Rurale, che sicuramente metterà a disposizione della nostra Regione maggiori risorse rispetto alle attuali, visto il ritorno nell’obbiettivo 1 del Molise.

Ribadiamo l’importanza dell’utilizzo delle risorse comunitarie per lo sviluppo e la crescita della nostra Regione, prendiamo atto, che, purtroppo, per quanto concerne la forestazione tante risorse saranno destinate a tornare a Bruxelles.

Questo è inconcepibile e inaccettabile!”

USB Forestali del Molise, nella loro nota sostengono che  sin dal mese di ottobre scorso, come testimoniano gli atti acquisiti dall’assessorato all’agricoltura, aveva previsto la situazione di crisi attuale e aveva invitato dapprima l’Assessorato e successivamente anche il Presidente Toma a fare una azione di scrematura delle misure del Psr, come hanno fatto la maggior parte delle Regioni Italiane, vedi la Sardegna, che ha portato alla rimodulazione di 61 milioni di euro verso misure considerate strategiche che avevano terminato la dotazione finanziaria.
“Esattamente quello che noi avevamo invitato a fare per la sottomisura 8.3 del PSR, ma purtroppo invano.
Contestualmente chiedevamo una immediata attivazione della struttura regionale per recepire immediatamente le risorse delle sott.mis.8.4 e 8.5. Solo in parte, e comunque come testimoniano i fatti, in palese ritardo, purtroppo, le nostre indicazioni sono state recepite.

Di conseguenza, per il momento, lunedì 15 luglio, non riprenderemo il presidio permanente nei pressi della Giunta Regionale, in attesa che entro giovedì 18 luglio tutti gli impegni assunti vengano adempiuti, in alternativa verranno messe in atto forme di protesta idonee.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Futuro Molise
colacem
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: