GARANTE – Affidi e tutela dei minori e delle persone fragili i dati della d.ssa Lanciano

pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Maison Du Café Venafro
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
faga gioielli venafro isernia cassino

CAMPOBASSO – Come tutelare promuovere garantire e vigilare nella piena attuazione dei diritti e degli interventi individuali e collettivi delle persone soprattutto quelle più fragili che non sono in grado di difendersi da sole in modo diretto o autonomo e garantirne il rispetto.

In Molise molto è stato fatto soprattutto negli ultimi anni su questo fronte con una legge istitutiva regionale del 2015 e con l’azione pressante concreta della Garante regionale Leontina Lanciano. Che stamane ha illustrato il bilancio delle iniziative del 2018 e quanto si sta seminando per il futuro unitamente al Governatore Donato Toma.

Come ha spiegato la Lanciano il 2018 è stato un anno impegnativo soprattutto per i minori per la loro protezione il loro affido, 70 minori nei centri di accoglienza e solo 10 affidi, per la difficoltà economica soprattutto dei Comuni a cui in molti casi pesa l’onere finanziario di accoglierli (ogni minore costa 1800-2500 euro al mese) e sostenerli in case attrezzate di accoglienza. Problemi seri e concreti su cui è intervenuto il presidente Toma che ha promesso l’ impegno a venire in soccorso di queste situazioni con un aiuto economico maggiore da parte della stessa Regione.

Un’attività, quindi su più fronti tutti delicati, dalla scuola per fronteggiare e prevenire fenomeni di bullismo occulti molto presenti in regione, ai problemi carcerari per le persone private della libertà personale, alle attività nella comunicazione istituzionale soprattutto per la formazione dei tutori volontari di minori non accompagnati per la difesa civica e perciò a favore dell’affermazione della garanzia a tutela dei diritti dei cittadini e ovviamente l’infanzia e l’adolescenza.

Ovviamente l’auspicio della dott.ssa Lanciano è che a fronte di un lavoro intensissimo portato avanti in una realtà difficile con situazioni anche molte delicate e con una struttura organizzativa limitata rimane quello “per il futuro anche in coerenza con quanto stabilito dalla normativa di riferimento  quindi la legge regionale n.15 del 2017 che ha istituito la figura del Garante regionale una rimodulazione dell’organizzazione regionale con la creazione di un servizio a supporto del Garante che preveda un Dirigente ed un funzionario amministrativo a tempo pieno nonché personale di categoria C”.

Toma soddisfatto del lavoro della Garante ha dichiarato.

“La dott.ssa Lanciano oltre a dare risposte importanti a casi delicati della nostra società ha consentito la promozione di una figura quella del garante che poco si conosceva fino a poco. Un impegno continuo e sostante portato presso tutte le istituzioni come quelle presso la Asrem dove la direzione ad esempio ha stanziato 130mila euro per per impianti refrigeranti che evitano la caduta dei capelli a quanti praticano la chemioterapia quindi portando un certo tipo di sollievo in quanti combattono malattie brutali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: