POLITICA – Salvini in visita a Termoli: “Andremo a votare il più presto possibile”

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro

TERMOLI – Niente di nuovo sotto il sole cocente di Termoli.

Il vicepremier  Salvini è giunto a Cala Sveva di Termoli con oltre due ore di ritardo ripetendo al suo arrivo quanto aveva esclamato già ieri sera quando aveva dichiarato la separazione dai Cinque stelle.

Ad aspettarlo in una gran bagarre messaggi inneggianti alla Lega cartelloni di forte contestazione e di acre ironia soprattutto provenienti da Comitati e dalla Sinistra e soprattutto la curiosità di tanti villeggianti e non molti cittadini locali. Poche le battute concesse ai giornalisti, meno di una decina di minuti di attenzione ai rappresentanti dell’informazione, a cui ha ripetuto ormai frasi fatte e giudizi arcinoti da ieri sera a stamane.

“Subito alle elezioni, con c’è altra via d’uscita abbiamo lavorato bene con gli alleati di governo verso cui non ho parole negative, non risponderò mai agli attacchi di Di Maio e Conte. Non so chi avrebbe rinunciato a  questo Governo che era fermo,. avendo 7 ministri, la nostra è stata una scelta di coraggio, la cosa più dignitosa è andare a votare il prima possibile”.

Non raccoglie neppure la provocazione di chi gli fa notare il contenuto delle dichiarazioni del Premier Conte sulle sue giornate passate in spiaggia anche come parte del suo beach tour Estate italiana.

“Dico solo che stamattina ho firmato due provvedimenti per i Governi norvegese e spagnolo per le due Ong che si accingerebbero a entrare nelle acque italiane”.

Ci si prepara alla sfiducia a Conte e quindi avverte che i parlamentari leghisti devono restare tutti a Roma fino a Ferragosto se fosse necessario “Perché anche molti italiani lavorano a Ferragosto”.

Non c’è tanto altro da segnalare se non la consegna di firme delle mamme termolesi e del Basso Molise per il mantenimento del Punto nascita all’ospedale San Timoteo di Termoli e varie e variopinte scaramucce e cori verbali di stampo politico tipiche dei luoghi dove arriva il vicepremier leghista qualche tempo fa portavoce di tutt’altra strategia politica confinata su altri valori ideali e territoriali adeguatamente localistici ora tramutati e tradotti comunque in un’ampiezza e sovranismo più larghi che non vengono in parte del tutto digeriti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: