Periodo favorevole per i mutuatari: calano i tassi di interesse

Mutui-calano-i-tassi-di-interesse
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro

Periodo favorevole per i mutuatari: calano i tassi di interesse.

Secondo quanto appreso da una recente indagine condotta dall’Associazione Bancaria Italiana, il mese di luglio 2019 si registra un dato particolarmente positivo: i tassi di interesse applicati dagli istituti di credito ai mutui sono ai minimi storici. Tanto è vero che oggi sottoscrivere un contratto di mutuo per acquistare unas casa costa in media l’1,78% all’anno.

Acquistare una casa è da sempre uno degli obiettivi degli italiani, nonostante imponga di impegnare gran parte dei risparmi. Proprio a questo fine, molti optano per la stipula un contratto di mutuo con un istituto di credito, così da poter fruire in breve tempo del denaro necessario alla compravendita, impegnandosi nei mesi a seguire alla restituzione rateizzata dell’ammontare percepito, maggiorato degli interessi.

Ed è proprio questa maggiorazione che spaventa tutti i soggetti interessati ad accedere al mutuo. Infatti, una delle prime problematiche è decidere quale tipologia di mutuo sia più confacente alla propria disponibilità e alle proprie esigenze: da un lato, il mutuo a tasso fisso che prevede l’applicazione di una rata predeterminata in sede contrattuale ed immutabile per la vita del mutuo, a garanzia di una maggiore stabilità e sicurezza, e dall’altro quello a tasso variabile che, essendo ancorato ai flussi finanziari, è inquadrato come maggiormente conveniente perché permette di risparmiare in momenti di crisi finanziaria come quello attuale.

Tuttavia, oggi il mercato finanziario offre mutui a tasso fisso e variabile a condizioni davvero interessanti, con la conseguenza che, ad esempio, un mutuo di 120 mila euro da restituire in 20 mensilità, potrebbe anche costare circa 565 euro al mese se a tasso fisso e 525 mensili se a tasso variabile.

Eppure, nonostante non si tratti di abissali differenze, secondo recenti indagini con riferimento al mese di Luglio 2019, ben il 71,6% dei finanziamenti erogati dagli istituti di credito appartengono alla categoria dei mutui a tasso fisso. Questo dato non deve però stupire, dal momento che essi sono da sempre considerati più sicuri e stabili, anche se probabilmente meno convenienti sul piano economico, e per tale ragione sono preferiti dalla popolazione italiana. A ciò si aggiunga che i tassi di interesse probabilmente continueranno a calare anche nei prossimi mesi sia ai prodotti destinati alle imprese che per famiglie.

Ulteriore elemento da porre in relazione all’andamento particolarmente favorevole ai mutuatari è rappresentato dalle agevolazioni concesse dallo Stato e dagli istituti di credito ai giovani italiani per l’acquisto di un immobile da adibire a prima casa (per ulteriori approfondimenti sui mutui giovani: calcoloratamutuo.org ), proprio nell’ottica di favorire queste operazioni.

Tra le banche che propongono mutui con agevolazioni per i giovani troviamo ad esempio UniCredit, Intesa Sanpaolo o il Monte dei Paschi di Siena

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: