REGIONE – Promozione territoriale, arrivano i Distretti del cibo

Maison Du Café Venafro
DR F35 Promozione
eventi tenuta santa cristina venafro
DR 5.0 Promozione
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Distretti del cibo per valorizzare i legami esistenti tra territorio e risorse naturali provenienti da un certo tipo di agricoltura.

E’ una proposta di legge presentata dalla Giunta regionale che si propone di fornire gli elementi basilari per la costituzione, anche in Molise, di strutture da poter iscrivere nel registro nazionale, in modo da contribuire a migliorare la complessità delle aree interne rurali nel rispetto dei canoni incontrovertibili di sostenibilità.

L’iniziativa legislativa, infatti, intende disciplinare e modernizzare con nuove norme il settore agroalimentare, la costituzione dei Distretti del cibo e da qui acocmpagnare l’integrazione tra i diversi settori economici e tra le stesse filiere, garantendo la sostenibilità ambientale, economica e sociale. Si vuole, inoltre, valorizzare i legami esistenti tra le vocazioni territoriali, le risorse umane e ambientali, la qualità delle produzioni locali e le reti di relazioni esistenti tra imprese, istituzioni e popolazione.

Il testo delle pdl definisce poi le caratteristiche dei Distretti del cibo e ne specifica i requisiti, come ad esempio: la presentazione di un’elevata integrazione prodittiva o di filiere; l’assicurazione di relazioni sia orizzontali e sia verticali per le fasi della produzione, trasformazione, commercializzazione e distribuzione; l’operare nell’ambito di uno o più processi produttivi di cui alle filiere agroalimentari di interesse della regione. Si precisano, infine, i soggetti che possono proporre un accordo di distretto, tra i quali vi sono anche le società cooperative e agricole, i consorzi di imprese, le organizzazioni di produttori agricoli e le associazioni di organizzazioni di produttori che operano nel settore agricolo e agroalimentare.

Possono essere anche proponenti l’accordo di distretto: le associazioni temporanee di impresa; le reti di impresa; le società costruite tra soggetti che esercitano l’attività agricola e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alle distribuzione (purchè almeno il 51% del capitale sociale sia posseduto da imprenditori agricole o società cooperative agricole e loro consorzi). La proposta di legge passa ora alla Commissione competente per l’esame preliminare e l’espressione del parere di rito, per poi giungere all’attenzione del Consiglio regionale per le determinazioni conclusive

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
Futuro Molise
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: