LAVORO – A Larino pronti per un nuovo incubatoio Aia, lavoratori Gam da lunedi in presidio alla Regione

giuseppe puchetti
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud

LARINO – Cominceranno a giorni nella Piana di Larino i lavori per la costruzione di un incubato per la schiusa di pulcini da trasferire, successivamente, da qui ai capannoni di allevamento del gruppo Veronesi soprattutto in Puglia.

Pronte e quindi perfezionate tutte le autorizzazioni ministeriali comunali e regionali del caso su cui c’è stata la massima collaborazione istituzionale per avviare un investimento da parte del gruppo veronese di circa 18 milioni di euro su 6,5 ettari di terreno acquistato per 1,2 milione dal Comune di Larino in un’area in cui lo stesso ente ha la titolarità di altri 13,5 ettari destinati urbanisticamente a insediamenti produttivi che dovranno essere a massima compatibilità e impatto ambientali considerata la presenza dello stabilimento di Aia che tra l’altro ha preteso nel contratto con l’Amministrazione frentana, rappresentata dal sindaco Puchetti, tanto fosse rispettato.

Il complesso avicolo voluto nelle Piane di Larino e non a Termoli, per la presenza del Nucleo industriale dove insistono anche strutture industriali chimiche e non a Bojano, troppo lontana da svincoli ferroviari e autostradali sulla direttrice Nord Sud, dovrebbe tirar fuori ad ogni ciclo circa un milione di pulcini, darà lavoro a 30 unità che rappresenta per la comunità larinese una opportuna boccata di ossigeno per altrettante famiglie in un momento di forte crisi del lavoro e anche di riconoscimento di sostegni al reddito.

QUI GAM E a una buona notizia del settore si contrappone quella quasi drammatica, indecifrabile per quello che non avviene a quanto si mette in campo, della Gam che ormai da mesi non  fa dormire né i sindacati né i lavoratori, i politici non sappiamo. Da lunedì gli ex lavoratori dello stabilimento bojanese riprenderanno il presidio davanti la sede della Giunta regionale. Fra un mese,  senza un decreto a un ulteriore periodo di sostegno al reddito da parte dei Ministeri competenti, potrebbero ritrovarsi senza alcun sostegno al reddito. Ma quello che più preme agli ex dipendenti della Gam è la ricerca di un’intesa con la Regione, fatte in qualche maniera ma inevase sebbene Consigli monotematici ordini del giorno specifici confronti con i capigruppi, etc, per un Piano di recupero e risistemazione dei posti di lavoro utilizzando misure a valere sulle politiche attive negli enti locali e para regionali laddove si pensa, ormai da tempo, ad una riconfigurazione amministrativa e diversa profilatura tecnica di quest’ultimi. Ovviamente i lavoratori questa volta sono decisi ad andare avanti ad oltranza nella protesta a cominciare come dicevamo sopra da lunedì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: