SANITA’ – Legge Madia, tanti precari della sanità molisana in attesa della stabilizzazione resterebbero fuori

sanità
DR 5.0 Promozione
eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
DR F35 Promozione

SANITA‘ – Stabilizzazione dei precari della sanità molisana.

Argomento di priorità assoluta in ambito lavorativo regionale alla luce dei tanti soggetti ambosessi e di ogni età interessati ad accedere in maniera stabile nel mondo occupazionale della sanità della nostra regione.

L’argomento è appena balzato agli onori delle cronache regionali dopo la pubblicazione da parte dell’Asrem di un avviso pubblico per la stabilizzazione di tale personale precario. Passo importante, il predetto avviso pubblico, verso la stabilizzazione dei lavoratori precari in ambito sanitario, ma detta apertura al momento soddisfa parzialmente quanti sono in attesa della tanto agognata stabilizzazione occupazionale. In effetti dall’avviso pubblico scaturirebbe stabilizzazione solo per quanti hanno i requisiti in base al comma uno dell’art 20 della Legge Madia, cioè essere in servizio successivamente alla data del 28 agosto 2015 con contratto a tempo determinato. Non viene applicato invece dall’Azienda Sanitaria del Molise anche il secondo comma della stessa Legge Madia, che prevede la stabilizzazione di tutti i precari della sanità, giusto come in itinere sull’intera Penisola. Ovviamente siffatta parzialità di interpretazione della legge non ha soddisfatto quanti si ritroverebbero esclusi dalla stabilizzazione, pur avendone i requisiti in base alla citata Legge Madia se applicata nella sua interezza. Nell’avviso pubblico appena pubblicato, l’Asrem ha dato in effetti priorità solo ad una delle possibilità introdotte dalla norma predetta, avviando le procedure di stabilizzazione unicamente per i tempi determinati, senza modifiche al piano assunzionale, senza alcuna ricognizione e senza confronto sindacale. Ed oggi sono proprio i sindacati, spinti da proteste ed osservazioni di quanti resterebbero fuori da tale stabilizzazione, ad assumere iniziative a tutela di tutti i precari della sanità, senza esclusione alcuna. Situazione quindi delicatissima ed in piena evoluzione, data la materia trattata. In effetti “balla” l’occupazione stabile nella sanità molisana, argomento che interessa numerose decine di giovani e adulti molisani da tempo in attesa di garanzie lavorative nella loro terra d’origine e che non intendono perdere l’ennesimo treno per un lavoro continuativo e stabile là dove sono nati e intendono continuare a vivere.

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
panettone di caprio
colacem
Maison Du Café Venafro
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: