VENAFRO – SS Rosario, un enorme e sonoro “schiaffo” alla storia ospedaliera

DR 5.0 Promozione
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
Maison Du Café Venafro
DR F35 Promozione
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

VENAFRO – Area circostante e storico SS Rosario di Venafro: tutto un desolante abbandono e nessuno se ne dà cura.

Partiamo dall’antico ospedale cittadino, nosocomio dismesso dagli anni ’80 a seguito degli eventi sismici del periodo. Struttura imponente, accogliente al massimo, con eccellenze sanitarie al suo interno e servizi ospedalieri di qualità ben accetti da vasta utenza interregionale. Tutt’intorno un’ampia area verde ben tenuta, pulita e in ordine. Un binomio eccellente -il pregresso SS Rosario e gli spazi esterni- tale da rappresentare un positivo biglietto da visita della città. Un insieme di efficienze e positività che erano il vanto di tutti i venafrani. Negli anni a seguire, e dopo che decenni prima erano stati investiti tantissimi milioni delle allora lire italiche per tornare a rendere funzionale la storica struttura ospedaliera toccata dal sisma, ecco metter mano alla nuova ala, ossia ad un moderno fabbricato collegato all’antico SS Rosario per ampliare spazi, potenzialità e possibilità d’intervento medico/sanitari dello stesso nosocomio. Successivamente, e siamo sul finire degli anni ’80, si decise di realizzare ex novo il SS Rosario del terzo millennio, costruendolo ad un tiro di schioppo da quello storico, ossia a sud di via Colonia Giulia, atteso che il precedente trovasi  a nord della stessa strada. Ed eccoci all’attualità per dire purtroppo di abbandono ed incuria in cui versano oggi sia lo storico SS Rosario che l’area circostante. L’antico edificio, pur ristrutturato  con una pioggia di denaro pubblico, non è stato mai più riaperto e rimesso a disposizione della collettività, ma del tutto abbandonato consentendo a cani, gatti, animali selvatici, vegetazione spontanea ect. di farla da padroni. Stessa sorte toccata all’ala adiacente dello storico SS Rosario ed al nuovo fabbricato a lato che avrebbe dovuto fungere da moderno laboratorio di analisi. Entrambi utilizzati per un brevissimo lasso di tempo prima del definitivo abbandono, stante la realizzazione dell’attuale SS Rosario. Riscontri negativi anche per l’ampia area verde circostante, adibita oggi ad una specie di parcheggio per quanti si recano nel nuovo nosocomio. Un tempo gli spazi esterni all’antico SS Rosario erano il massimo  dell’efficienza e della bellezza ambientale con viali, verde, aiuole, fiori ed alberi ottimamente tenuti. Poi il tracollo del tutto, all’unisono con la chiusura delle strutture ospedaliere dei decenni andati. Oggi infatti storico SS Rosario, nuova ala adiacente e laboratorio analisi risultano sbarrati ed inaccessibili, mentre gli esterni sono a loro volta caratterizzati da disordine, sporcizia, verde incolto, rifiuti e addirittura da alberi d’alto fusto cresciuti a dismisura un po’ ovunque, a partire dal piazzale antistante l’antico SS Rosario. In pratica un enorme e sonoro “schiaffo” alla storia ospedaliera e sociale di Venafro senza che nessuno alzi un dito per porvi rimedio! Che gran peccato tutto questo!

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: